La proposta di Apple: 13 nuove emoji sulle disabilità

Apple dichiara guerra ad ogni tipo di discriminazione tanto da puntare all’introduzione di nuove emoji che rappresentano le varie disabilità. Proprio in questi giorni l’azienda di Cupertino ha inviato un documento al consorzio Unicode, cioè l’ente responsabile di definire i set di caratteri in uso presso i dispositivi elettronici in tutto il mondo. La sua proposta include nuovi 13 simboli tra cui protesi per gli arti superiori e inferiori, apparecchi acustici, cani guida e bastone bianco da orientamento per non vedenti, sedie a rotelle e linguaggio dei segni. La proposta per adesso è in fase di discussione e, se dovesse essere accettata, potrebbe diventare realtà già nel 2019. In quel caso le nuove emoji verranno introdotte nella prossima versione dello standard Unicode e potranno essere utilizzate non solo su iPhone, iPad e Mac, ma anche su tutti i prodotti della concorrenza.

Le dichiarazioni di Apple sulle nuove emoji

Con la sua proposta, Apple punta a rappresentare in modo più egualitario possibile tutti gli individui combattendo ogni tipo di discriminazione, così come i suoi portavoce hanno affermato:

“Noi di Apple crediamo che la tecnologia debba essere accessibile a tutti e debba fornire un’esperienza che soddisfi le esigenze individuali. Aggiungere emoji emblematici alle esperienze di vita degli utenti aiuta a promuovere una cultura diversa che include la disabilità. Le emoji sono un linguaggio universale e un potente strumento di comunicazione, oltre che una forma di espressione di sé, e possono essere utilizzate non solo per rappresentare la propria esperienza personale, ma anche per mostrare sostegno a una persona cara”.

Leggi anche: