Charlie Chaplin: l’artista più influente del cinema muto

Chi non conosce Charlot, il vagabondo romantico e gentiluomo che si contraddistingueva per la sua bombetta nera e quell’aria disincantata e malinconica? Dietro a quel personaggio si nascondeva una delle più grandi icone del cinema del XX secolo, Sir Charles Spencer “Charlie” Chaplin. Autore di oltre novanta film, nel corso della sua carriera è stato attore, regista, comico, sceneggiatore e produttore diventando la personalità più influente nell’ambito del cinema muto.

Charlie Chaplin nei panni di Charlot

Chaplin diventò famoso in tutto il mondo grazie alla sua interpretazione di Charlot, il personaggio attorno al quale costruì la gran parte dei suoi film e che diventò simbolo dell’alienazione umana nel periodo nel boom industriale. Charlot era un vagabondo romantico che vestiva sempre con una stretta giacchetta, dei pantaloni e delle scarpe più grandi della sua misura, una bombetta e un bastone da passeggio. Il simpatico ometto, gentile in ogni occasione, affrontava con una comicità disincantata e innocente i mali della società moderna difendendo le classi più emarginate a suon di ironia.

Leggi anche:

Charlie Chaplin: le citazioni più belle

Ciò che Charlot esprimeva con i gesti, Chaplin riusciva a comunicarlo a parole in maniera tanto semplice quanto profonda. Le sue citazioni sono state riprese nel corso degli anni diventando capisaldi di una sensibilità umana che spesso tende a perdersi nell’irrequieta società attuale. Ecco i suoi pensieri più emblematici:

  • Ci vuole un minuto per notare una persona speciale, un’ora per apprezzarla, un giorno per volerle bene, tutta una vita per dimenticarla;
  • Pensiamo troppo e sentiamo troppo poco. Più che macchine, l’uomo ha bisogno di umanità. Più che intelligenza, abbiamo bisogno di dolcezza e bontà. Senza queste doti la vita sarà violenta e tutto andrà perduto;
  • Preoccupati più della tua coscienza che della reputazione. Perché la tua coscienza è quello che tu sei, la tua reputazione è ciò che gli altri pensano di te. E quello che gli altri pensano di te è problema loro;
  • Un giorno senza sorriso è un giorno perso;
  • Il Tempo è un grande autore. Trova sempre il finale giusto;
  • Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa andare bene come sei. Quindi: vivi come credi. Fai cosa ti dice il cuore: ciò che vuoi. La vita è un’opera di teatro che non ha prove iniziali. Quindi: canta, ridi, balla, ama e vivi intensamente ogni momento della tua vita, prima che cali il sipario e l’opera finisca senza applausi;
  • Il nostro giocattolo più grande è il cervello;
  • La giovinezza sarebbe un periodo più bello se solo arrivasse un po’ più tardi nella vita;
  • Alla fine, tutto è uno scherzo.