Elezioni Politiche 2018: tutto pronto per le elezioni del 4 Marzo

La data indetta per le Elezioni Politiche 2018 è quella di domenica 4 Marzo: in quell’occasione tutti i cittadini italiani saranno chiamati alle urne per scegliere i nuovi componenti della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica. Secondo il Rosatellum, cioè la nuova legge elettorale italiana approvata nel 2017, l’assegnazione dei seggi prevede un sistema misto proporzionale e maggioritario: un terzo dei deputati e senatori sarà eletto in collegi uninominali, mentre i restanti due terzi sono eletti con sistema proporzionale di lista.

Leggi anche:

Elezioni Politiche 2018: i partiti

Anche se la campagna elettorale vera e propria comincerà ad un mese esatto dalla data delle votazioni, già si è a conoscenza dei partiti che si fronteggeranno alle Elezioni Politiche. Gli schieramenti che scenderanno in campo possono essere così classificati:

Centrodestra

  • Forza Italia guidato da Silvio Berlusconi;
  • Lega guidato da Matteo Salvini;
  • Fratelli d’Italia guidato da Giorgia Meloni;
  • Noi con l’Italia guidato da Raffaele Fitto;
  • Energie per l’Italia guidato da Stefano Parisi;
  • Udeur guidato da Clemente Mastella.

Centrosinistra

  • Partito Democratico guidato da Matteo Renzi;
  • Civica Popolare guidato da Beatrice Lorenzin;
  • Lista + Europa guidato da Emma Bonino.

Sinistra

  • Liberi e Uguali guidato da Pietro Grasso.

Altre formazioni politiche

  • Movimento 5 Stelle guidato da Luigi Di Maio:
  • Rinascimento guidato da Vittorio Sgarbi;
  • Potere al Popolo guidato da Viola Carofalo;
  • Casapound guidato da Simone di Stefano.

Leggi anche:

Elezioni Politiche 2018: i candidati

Per quanto riguarda le Elezioni Politiche, ogni partito definisce in genere il nome del candidato premier: va, però sottolineato che, votando il partito, non si vota automaticamente per il Presidente del Consiglio ma solo per la formazione politica. In caso di maggioranza parlamentare sarà il Presidente della Repubblica indicherà con tutta probabilità il candidato premier di maggioranza. Per adesso è stato confermata la candidatura di Matteo Renzi con il Partito Democratico e quella di Luigi Di Maio con il Movimento 5 Stelle. Per il centrodestra, invece, i giochi sono ancora aperti fermo restando che Silvio Berlusconi è incandidabile sia come parlamentare che come Presidente del Consiglio.

Leggi anche: