Ai Mondiali di calcio del 2002 l’Italia fu eliminata contro la Corea del Nord, anche a causa di alcune scelte dubbie dell’arbitro ecuadoriano Byron Moreno. Nonostante siano passati quindici anni da quando è successo, la memoria di tutti gli appassionati di calcio brucia ancora al pensiero e, all’epoca, in Italia, ci fu un vero boicottaggio di tutto ciò che proveniva dalla Corea. Adesso che addirittura gli azzurri non si sono qualificati ai Mondiali 2018, pareggiando con la Svezia, non osiamo neanche immaginarci quale sarà la reazione di tanti tifosi verso il simbolo più famoso del Paese scandinavo: IKEA.

Il colosso del mobilio low-cost ha deciso quindi di giocare d’anticipo e giocare sulla questione, pubblicando sui suoi profili social alcuni post che sono diventati virali in pochissimo tempo. Era da giorni, infatti, che si moltiplicavano meme e tweet sulle famose matite distribuite gratutitamente da IKEA in tutti gli store italiani con riferimento alla grande partita decisiva per la qualificazione ai Mondiali di Russia, Italia-Svezia, che si è giocata lunedì 13 novembre.

Con grandissima ironia e un’operazione di marketing geniale, IKEA, dopo l’esito della partita sfavorevole ai nostri, ha rincarato la dose pubblicando su Twitter e Facebook la foto della panca con schienale da giardino Applaro, venduta da IKEA, con il seguente commento: “Per farci perdonare la panchina a Gian Piero la diamo noi”, con riferimento ovviamente al CT azzurro Gian Piero Ventura che potrebbe perdere il posto dopo la débâcle. Se non bastasse, nella didascalia si legge poi: “Però ridateci le matite”.

Geniacci.

Ikea mondiali virale