India: la tragedia di una bambina alle prese con le sue prime mestruazioni

Un piccolo biglietto, piegato in quattro parti e lasciato ai genitori; la spiegazione di un gesto folle che non avrà mai un senso per chi la conosceva; un dramma che si è consumato in India ma che sarebbe potuto avvenire ovunque perché lo scenario è l’incomprensione. “Fino ad oggi non ero mai stata sgridata, perché la maestra mi ha urlato così?”, una dodicenne indiana si è tolta la vita dopo che la maestra in classe l’aveva sgridata davanti a tutti per aver sporcato la sedia con il suo primo ciclo mestruale.

India: dodicenne si uccide dopo essere stata sgridata dalla maestra

La polizia ha aperto un’inchiesta e sta parlando con diversi testimoni della tragedia che ha sconvolto studenti di ogni età. Una bambina indiana di appena dodici anni, alle prese con il suo primo ciclo ha per errore sporcato il suo vestito e la sedia della classe ed è stata redarguita dalla maestra; al termine dell’alterco si è tolta la vita. Nei giorni seguenti un gruppo di genitori ha manifestato contro l’insegnante (della quale nessuno conosce il nome) sulla strada adiacente alla scuola, a Palayamkottai, in India.

India: indagini sulla morte della dodicenne

Secondo quanto riporta Metro Uk ci sarebbero delle indagini in corso. La polizia starebbe sentendo diversi testimoni della vicenda, ma non è ancora stato spiccato alcun mandato di arresto. Non sono ancora state chiarite le dinamiche dell’incidente né il nome della maestra che avrebbe condizionato la decisione della dodicenne.