Kendrick Lamar: il primo rapper a vincere il Pulitzer per la musica

Ieri sono stati assegnati i premi Pulitzer del 2018, gli importanti premi americani per il giornalismo, la letteratura e la musica. La giuria era composta da 19 persone che fanno parte del settore dell’informazione, del mondo accademico e di quello letterario. Grande novità di quest’anno è il premio Pulitzer per la musica vinto per la prima volta da un rapper, Kendrick Lamar. Per ben 102 anni, cioè da quando è stato istituita la prestigiosa onorificenza, in quel settore hanno sempre vinto professionisti di musica classica o jazz e invece questa edizione ha voluto premiare un rappresentante emblematico di un genere nuovo che spopola soprattutto tra un pubblico più giovane.

Premo Pulitzer a Kendrick Lamar: le motivazioni della vincita

Il rapper ha appena trent’anni ed è nato in un povero sobborgo di Los Angeles. Il premio gli è stato assegnato per l’album “Damn”, un vero e proprio successo di pubblico e di critica. La giuria è rimasta estasiata dall’album e lo ha premiato con queste motivazioni:

“È una pietra miliare messa a segno per la capacità di raccontare l’esperienza afroamericana. Offre istantanee che catturano la complessità della vita moderna afroamericana”.

Leggi anche: