Selfie Stick: come scegliere quello giusto

Di certo la moda più diffusa per le nostre foto è il meraviglioso e simpatico selfie. Ormai è una gara, per chi lo fa più bello, per chi riesce a scattare quello più divertente o stravagante! Sui social la mania del “selfie” si è diffusa qualche anno fa e a differenza di tutte le altre mode social sembra non avere fine. Ogni giorno appaiono sulle nostre home migliaia di selfie che posso avere vari temi, dai romantici a quelli con sfondi mozzafiato e tanti altri ancora. Con la nascita di questo tipo di fotografia nascono anche gli strumenti per renderli migliori, come ad esempio il Selfie Stick, e ora insieme cercheremo di capire la funzionalità di questo magnifico aggeggio che ha conquistato praticamente tutti.

Leggi anche: Come venire bene nei selfie

Selfie Stick: come funziona

Il selfie stick è uno strumento entrato nel mercato da un paio di anni circa (generalmente in plastica e metallo) che consiste in un’asticella telescopica che si può estendere fino ad 80 cm o un metro, con all’estremità una pinza che serve per posizionare e mantenere in maniera ferma e sicura il nostro smartphone e che verrà utilizzata per l’autoscatto appunto detto “selfie”. Questo strumento cosi famoso e negli ultimi anni uno dei più venduti ci aiuta a scattare le foto in gruppo, sempre da lontano, con una ripresa molto più ampia della lunghezza del nostro braccio per far si che nella foto vi siano punti di vista differenti o panorami che non si riescono a raggiungere con la propria altezza. Ovviamente, per consentire al selfie stick di interagire con il telefono e dare i comandi per scattare le fotografia, questo strumenti possiede degli accessori in prossimità della pinza/manfrotto un cavo che viene inserito nella presa delle cuffie dello smartphone e sul manico presenta un pulsante che dovremo premere per fare il selfie. Cosi facendo il telefono entra in collegamento con lo smartphone per lo scatto della foto. In realtà il selfie stick ha la possibilità di essere utilizzato  anche per posizionare GoPro e fotocamere digitali compatte. Come tutti gli strumenti più utilizzati anche “selfie-stick” ha avuto degli aggiornamenti come alcuni modelli dotati di telecomando Bluetooth e porta USB per ricaricare l’asta ed avere fino a 20 ore d’utilizzo. Tutto a portata di mano per turisti, viaggi o solamente un patito di selfie, per non rimanere mai senza.

Come scegliere il selfie stick e quale comprare

La scelta del nostro selfie-stick non deve essere assolutamente banale, infatti è anche importante sapere quale comprare e dove comprarlo, per non rimanere deluso sia dalla prestazione che dalla funzionalità, in quanto si può rischiare di far cadere il proprio telefono dalla pinza che lo tiene “in pugno”. Ora illustreremo i modelli migliori nel commercio in questo momento, per poter scattare i nostri selfie in tutta sicurezza:

  • AUKEY Selfie Stick HD P7: Ottima impugnatura e buona qualità.
  • TaoTronics TT-SH10: simile al modello precedente con ottima impugnatura, ma marchiato differente.
  • Mondpalast asta per selfie senza fili: Costa quasi molto di meno dei precedenti e ha la caratteristica di avere un telecomando senza fili per comandare lo smartphone
  • Monopiede selfie per smartphone con filo: Questo modello ha il cavo che va inserito nella presa delle cuffie del dispositivo.

Illustrate le funzionalità, la comodità e tutte le caratteristiche del selfie-stick o volgarmente chiamato “palo del selfie” non resta che collegarsi su Internet o semplicemente fare un giro nei negozi di oggettistica e acquistarlo per poter iniziare a scattare i vostri selfie più belli e stravaganti, fuori dagli schemi.

Buon Divertimento!

Non perderti: Friendz, l’app che ti fa fare soldi con un selfie