L’atmosfera ha una composizione variabile che permette di differenziare lo strato in due parti, di cui la prima a composizione chimica costante.

Alcuni elementi relativi alla composizione e alla costituzione rivestono grande importanza ai fini della valutazione biologica di questa ecosfera.

La parte più vicina alla terra è composta da:

• 78% di azoto (N), sostanzialmente inerte;

• 21% di ossigeno (O), interessato in molti cicli geochimici, per cui la sua presenza non è costante;

• 1% di argon (Ar), immesso nell’aria dai vulcani ed è geochimicamente inerte;

• 0,03% di anidride carbonica (CO2), prodotta da processi naturali o da attività umane;

• 0,01% di altri gas, tra i quali l’ozono che ha la proprietà di intercettare i raggi ultravioletti;

• sono presenti anche vapore acqueo, impurezze e pulviscolo atmosferico.