Dallo studio del segno della derivata seconda determiniamo gli intervalli in cui il grafico volge la concavità verso l’alto ( f ‘’ ( x ) > 0 ) o verso il basso ( f ‘’ ( x ) < 0 ).

Se f ‘’ ( x ) = 0 è probabile che sia un flesso e quindi occorre valutare le successive derivate o considerare il segno della derivata seconda nell’intorno del punto.