Abstract – scaricare il file per l'appunto completo Al termine dell’eserc izio può emergere la  presenza di costi gi à sostenuti per beni  non ancora utilizzati o venduti, che formano le rimanenze di magazzino. Il loro valore non può quindi concorrere alla formazione del reddito d’esercizio , in quanto si tratta di costi per i quali i ricavi non sono ancora stati realizzati, pertanto serve rinviare tali costi all’esercizio futuro. Detto ciò , bisogna porsi il problema della valutazione.  A questo proposito l’art. 2426 1°c. n. 9 del C.C. cita che le rimanenze devono essere valutate “ al costo di acquisto o produzione ovvero al valore di realizzazione desu mib ile d all’ and ame n to  del merc ato  se  minore”.  Si tratta chiaramente dell’applicazione del principio della prudenza in base al quale gli utili  devono essere riconosciuti solo quando realizzati, e le perdite devono riconoscersi anche se solo temute. – segue nel file da scaricare