Il leasing è un’operazione finanziaria che permette all’imprenditore la disponibilità e quindi l’utilizzo immediato dei macchinari o degli impianti  di cui ha bisogno dietro il pagamento all’impresa concedente di un canone periodico e alla scadenza stabilita l’utilizzatore avrà queste possibilità:

• Restituire i bene;
• Chiedere la proroga del contratto;
• Acquistare il bene pagando un prezzo di riscatto;
• Chiedere la sostituzione del bene con un altro migliore;

Può avere le seguenti forme:
1. Leasing operativo:

Con questo tipo di leasing una parte (locatore) si obbliga a far godere all’altra parte (conduttore) una cosa mobile o immobile, per un dato periodo temporale e dietro il pagamento di un corrispettivo detto canone di affitto, corrispondente al valore d’uso del bene stesso. I soggetti implicati sono in via diretta:

– Il produttore del bene
–  l’utilizzatore

Caratteristiche:
– l’impresa ottiene temporaneamente la disponibilità dei beni (standardizzati) senza dover sostenere i costi per l’acquisto e i rischi legati alla loro obsolescenza limitandosi al pagamento dei canoni periodici;
–  la durata del contratto è breve di solito inferiore ad un anno ma può essere anche superiore a tre anni;

2. Leasing finanziario:

Nel leasing finanziario una parte (concedente) si obbliga ad acquistare, su indicazione dell’altra (utilizzatore) un determinato bene, lo mette a sua disposizione fino alla scadenza stabilita e gli offre la possibilità di acquistarne, restituirne o rinnovarne l’utilizzazione a condizioni più vantaggiose. L’imprenditore che ha bisogno dei beni strumentali invece di acquistarli dal produttore in contanti o a rate, si accorda con una società di leasing e le indica i beni da acquistare dal produttore e la stessa società di leasing li concede poi in godimento all’imprenditore il quale dovrà corrisponderle tramite canoni periodici calcolati nel seguente modo:

il prezzo di acquisto del bene
+ gli interessi
+ l’indennizzo sul rischio finanziario

Caratteristiche:
– Il contratto può riguardare beni mobili o immobili  anche non standardizzati
– La durata è basata sulla vita economica del bene

Nel contratto  di lease-back l’imprenditore vende ad un impresa di leasing un suo bene e questa a sua volta glielo concede in leasing. In questo modo l’imprenditore, a seguito della vendita ottiene liquidità immediata mantenendo il godimento del bene.