LETTERE MAIUSCOLE: QUANDO SI USANO E COME SI USANO

Come sapete, le lettere dell’alfabeto possono essere minuscole o maiuscole. L’uso delle maiuscole non è lineare e ci sono diverse scuole di pensiero. Senza contare il fatto che, parlando di lingua scritta, ogni autore fa scuola da sé, perciò in alcuni libri potreste trovare le maiuscole e in altri libri no. Tralasciamo l’uso delle maiuscole all’interno delle parole (usate per indicare alcuni popoli indigeni) e concentriamoci sulle maiuscole iniziali.

Non perderti:  

Foto

COME UTILIZZARE LE LETTERE MAIUSCOLE 

Esistono alcune regole diciamo pure di “buon costume”. Sono poche e facili da ricordare. Magari già le usi inconsapevolmente.

Dunque, la lettera maiuscola è richiesta:

  • all’inizio della frase, dopo il punto: “Tutto cominciò con"
  • all’inizio di un discorso diretto dopo le lineette o le virgolette: “Come stai?” “Bene grazie e tu?”
  • con i nomi propri di persona e animali, reali e immaginari: Carlo, Maria, Giovanni, Peppa Pig
  • con i nomi di luogo reali o immaginari: Milano, Torino, Mordor
  • con Dio, la Madonna e nomi che li indicano: il Creatore, il Signore
  • i nomi di divinità e oggetti di culto di tutte le religioni: Shiva, Brahma, il Corano
  • i nomi dei corpi celesti: Marte, Venere
  • nomi delle festività: Natale, Pasqua
  • titoli di un’opera letteraria, teatrale, artistica: I promessi sposi, Guernica
  • dopo il punto interrogativo e esclamativo. Gli autori di romanzi, poesie, opere teatrali, fanno come ritengono più opportuno
  • i nomi mare, fiume, monte, lago che accompagnano il nome geografico vogliono la maiuscola: Monte Bianco, Mar Caspio
  • i nomi piazza, strada, via, viale che accompagnano il nome proprio possono avere sia la maiuscola che la minuscola
  • i nomi porta, ponte, palazzo se accompagnano il nome proprio vogliono la maiuscola: Porta Romana, Palazzo Pitti
  • i punti cardinali (nord, sud, est, ovest, settentrione, meridione) quando indicano aree geografiche: i problemi del Meridione
  • i Nomi di secoli o periodi di grandi avvenimenti storici: Trecento, Quattrocento, Umanesimo, Rinascimento
  • le sigle si possono scrivere o tutte maiuscole CGIL, o tutte minuscole cgil, oppure con la maiuscola iniziale Cgil
  • con alcuni nomi di popolo, per indicare la popolazione antica: i Romani hanno costruito il Colosseo. Negli altri casi si può scegliere; l’uso più frequente è la minuscola.
  • nomi di giornali costituiti da più parole: Corriere della Sera, La Gazzetta dello Sport
     

LETTERE MAIUSCOLE QUANDO SI USANO: LA REGOLA 

Infine esiste anche la maiuscola di rispetto o reverenziale. Si usa nelle lettere e mail formali per esprimere rispetto e cortesia nei confronti del destinatario: Gentile Signore, Gentile Signora. La maiuscola può comparire anche all’interno della parola con verbi composti “Desideriamo InformarLa”. Infine può essere usata anche per i titoli professionali e per le autorità politiche e religiose: Dottor, Dottoressa, Presidente della Repubblica, Papa. Bada che quest’ultima regola non è obbligatoria. Queste sono le norme  basilari per usare le maiuscole. Il consiglio che posso darti è di usarle il meno possibile e solo dove è strettamente necessario, sia per una questione estetica, sia perché una volta applicata una regola devi seguirla per tutto il resto del testo.

Per altri chiarimenti commenta qui sotto o sul Forum Di Studentville.

Leggi anche: