L’arte longobarda racchiude quelle forme espressive tipiche assunte in Italia nel corso della dominazione longobarda, ovvero nel lasso di tempo che si estende dal 568 al 774 d.C, con un’ulteriore estensione sino al XI secolo nella porzione meridionale della penisola.
I Longobardi, originari della Germania orientale, portarono in Italia una consolidata tradizione artistica d’impronta marcatamente teutonica e influenzata da tratti bizantini, la quale si coniugò con lo stile autoctono.
I tratti che caratterizzano l’arte longobarda si ravvisano in ogni forma espressiva artigianale, architettonica e pittorica: dall’architettura all’oreficeria, passando per i decori delle armi, fino alla miniatura e alla scultura.
Fra i tratti distintivi ricorrenti negli ornamenti, emergono in modo spiccato il simbolismo, la tendenza a riempire tutto lo spazio disponibile di elementi figurativi (horror vacui), nonché le decorazioni con figure fitomorfe e zoomorfe.

Mappa Concettuale pubblicata per gentile concessione di Mapper (http://mapper-mapper.blogspot.it/)