Il Romanticismo è una corrente che ha investito le arti figurative, la letteratura e la musica a partire dalla fine del 1700. I temi che lo caratterizzano – quali la concezione di natura quale rifugio ideale dagli affanni e la tendenza all’interiorizzazione- sono presenti, in nuce, già nel movimento tedesco Sturm und Drang.
La sua nascita si intraccia al termine del XVIII Secolo in Germania, sotto la denominazione di Romantik, ma nel corso dell’Ottocento si diffonderà rapidamente fino a investire tutta l’Europa. Il termine “Romanticismo” ha origine dal vocabolo inglese romantic, inteso nell’accezione di “irreale”, “romanzesco”.
I temi principali che lo caratterizzarono sono la negazione della ragione enfatizzata dall’Illuminismo, la riscoperta della spiritualità, l’esotismo, il patriottismo, l’esaltazione e lo studio della Storia.
Fra i maggiori esponenti letterari nel Romanticismo, si citano Schiller, Wordsworth, Coleridge, Blake, Keats, Shelley, Byron e Alessandro Manzoni, mentre per l’arte è doveroso menzionare Delacroix, Turner, Hayez, Géricault e Friedrich.

Il Romanticismo

Mappa Concettuale pubblicata per gentile concessione di Mapper
(http://mapper-mapper.blogspot.it/)