Il nuovo Statuto di autonomia comprende 115 articoli raggruppati in XII titoli (costituzione della Regione e delle Province di Trento e Bolzano competenze della Regione e delle Province approvazione delle leggi enti locali patrimonio pubblico finanze ruoli del personale di uffici statali in provincia di Bolzano organi giurisdizionali; Corte costituzionale uso della lingua tedesca e del ladino ecc.).

Con questo Statuto sono state ridefinite le competenze rispettivamente della Regione e delle Province di Trento e di Bolzano in maniera che alle due Province sono ora riconosciute facoltà molto più ampie rispetto al passato. Le norme autonomistiche valgono indistintamente per ambedue le Province; per l'Alto Adige sono inoltre stabilite delle norme speciali relative all'uso della madrelingua ai settori scuola e cultura al bilinguismo alla proporzionale etnica.

Questo Statuto di autonomia concede alla Provincia di Bolzano (e a quella di Trento) ampia indipendenza dalla Regione e dallo Stato. Le materie più significative di competenza della Provincia di Bolzano sono: la toponomastica, la tutela e la conservazione del patrimonio storico artistico e popolare, gli usi e costumi locali l'urbanistica e i piani regolatori la tutela del paesaggio, gli usi civici, l'ordinamento delle minime proprietà colturali, l'artigianato, l'edilizia abituata agevolata, le fiere e i mercati, la prevenzione di calamità pubbliche, le miniere, la caccia e la pesca, l'apicoltura e la protezione della fauna e della flora; i lavori pubblici i trasporti il turismo e l'industria alberghiera; l'agricoltura e foreste gli espropri il collocamento al lavoro, l'assistenza e beneficienza pubblica, le scuole materne, l'edilizia scolastica e l'assistenza scolastica l'addestramento professionale; le Province hanno competenze limitate riguardo all'istruzione elementare e secondaria al commercio all'apprendistato all'incremento della produzione industriale all'igiene e sanità alle attività sportive e ricreative ecc.

Alla Regione sono riservate delle competenze di modesta portata e precisamente in materia di ordinamento degli uffici regionali di delimitazione dei confini comunali di tenuta dei libri fondiari di uffici catastali di servizi antincendio di ordinamento degli enti sanitari e di Camere di Commercio.