Tesina di Maturità sull’Inconscio

La dimensione dell’inconscio Ossessioni, visioni, incubi, sogni esprimono la dimensione inconscia dell’animo umano. “Secondo una definizione intuitiva, l’inconscio è l’insieme di quegli aspetti della mente che non sono accessibili alla coscienza. In questo senso si può parlare di meccanismi inconsci, in quanto si suppone che esista una “fabbrica” dei pensieri e delle idee che noi non conosciamo. Ma si può parlare anche di idee inconsce e di fantasie inconsce. Si suppone che ci sia un mondo dietro lo specchio: da una parte il mondo che ci è accessibile, il mondo dei fenomeni che è percepito dalla nostra coscienza; dall’altra parte dello specchio una specie di doppio, in cui esistono altre idee, altri pensieri, altre immagini, altri ricordi ” ( G. Jervis ) E’ stato Sigmund Freud agli inizi del ‘900 a dare una definizione ed una configurazione scientifica al concetto, precisandolo in senso psicologico e non filosofico. Oltre al legame che Freud vede tra le dinamiche dell’inconscio e la sessualità, è importante l’analisi relativa all’idea di rimozione. Con questo termine Freud intende una sorta di autocensura della psiche a riconoscere, far emergere, dare significato a idee, ricordi, fantasie, desideri e pulsioni del nostro passato. Tali elementi continuano ad agire profondamente e segretamente dentro di noi, ma restano preclusi alla nostra coscienza. La tesina continua nell’appunto scaricabile in fondo alla pagina.

Consulta il nostro speciale: Mappe concettuali Maturità

Tesina di Maturità sull’Inconscio: collegamenti

Storia: la propaganda nei regimi totalitari del ‘900

Inglese: L’epifania in James Joyce

Italiano: La coscienza di Zeno – Svevo

Filosofia: Freud

Maturità 2018: risorse utili

Se devi sostenere la maturità 2018, probabilmente ti serviranno questi link:

Se ha bisogno di altri consigli iscriviti al gruppo Facebook Maturità 2018: #esamenontitemo