Abstract – scaricare il file per l'appunto completo Gli uomini dalle origini fino ad oggi si sono sempre sentiti attratti dalla parola libertà e si sono impegnati a combattere per raggiungere, godere e diffondere i beni di cui essa è portatrice. È il valore fondamentale dell’uomo che lo distingue dagli altri esseri viventi, ponendolo al di sopra di tutti. Il concetto di libertà appare già in Omero. Nel sesto libro dell’Iliade a parlare è Ettore. Egli si rivolge alla moglie Andromaca dicendole che si sentirebbe un guerriero codardo se non combattesse a fianco dei suoi compagni contro gli Achei. Egli è consapevole che la sua città, Troia, cadrà in mano ai nemici. Perciò si augura di morire: non tanto per non vedere il dolore dei Troiani o quello dei genitori Priamo ed Ecuba, quanto piuttosto per non sentire i lamenti di schiava della sua amata donna. La libertà, di conseguenza, assume un duplice valore: amor di patria (Ettore combatte per – segue nel file da scaricare