Hi-Tech

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Anteprima Fifa 12

Puntuale con l'inizio della stagione calcistica, la simulazione calcistica per eccellenza si ripresenta sulle nostre console e PC per rinforzare la propria supremazia. Anche quest'anno troveremo delle interessanti novità, alcune sotto il profilo delle modalità di gioco (su tutte citiamo il rinnovamento della Carriera e del multigiocatore online) e altre dal punto di vista del gameplay. La demo presente sul Market Place ci ha dato modo di testare la giocabilità dura e pura, e in particolare i due nuovi fiori all'occhiello del prodotto Ea Sports, ovvero il Tactical Defending e l'Impact Engine: ecco le nostre impressioni.

Tactical Defending
La difesa tattica è una di quelle modifiche strutturali che, apparentemente, non vanno a incidere nel gameplay complessivo ma in realtà la modificano in modo piuttosto marcato. In soldoni si tratta di una gestione avanzata dei difensori, con tempi di reazione più bilanciati e realistici, oltre che una maggiore responsabilizzazione dell'utente. Il tasto B, che prima chiamava il raddoppio di un difensore gestito dalla CPU, servirà per effettuare un intervento volto a sottrarre il pallone con un intervento fisico. Insomma, un contrasto vero e proprio, che sarà deciso dal tempismo con cui colpiremo il tasto B. E' sempre possibile chiamare il raddoppio con il tasto RB. Di contro la scivolata, il cui utilizzo è stato decisamente inflazionato nelle precedenti uscite, passa decisamente in secondo piano, risultando difficile da effettuare sia nella scelta del tempismo sia per l'aumento del rischio di un cartellino in caso di errore. Peraltro anche i tempi di reazione una volta effettuata una scivolata sono stati (giustamente) allungati, aumentando la sensazione di realismo visivo e di simulazione in termini di gameplay. Le modifiche apportate alla gestione della difesa risultano interessantissime già da questa versione preliminare, aumentando il realismo e il coinvolgimento del giocatore, chiamato in causa più spesso e con meno aiuti da parte della CPU. E' comunque possibile, volendolo, ripristinare i comandi originali dal menu dei controlli (Difesa Tradizionale), consigliabile magari a un neofita o a chi non vuole rendere il tutto troppo complesso.



Impact Engine
Sbandierato sin dal primo trailer, il nuovo motore di gestione delle collisioni è sicuramente uno degli aspetti più chiaccherati di Fifa 12. Quello che emerge sin da subito è EA Sports ha svolto un lavoro decisamente serio. Escludendo qualche (rara per la verità) animazione da limare, i contrasti sono tutti credibili, ben realizzati e ben calcolati, eliminando (anzi, debellando) la storica e fastidiosa compenetrazione poligonale che i titoli di calcio portano con sé dall'avvento del 3D. Un'altra modifica strutturale importante, che va a beneficio sia dell'occhio che del realismo.



Altre finezze sparse
Chiaramente una demo non può essere considerata alle stessa stregua di un titolo completo, ma da sicuramente delle interessanti impressioni. Oltre alle due modifiche più importanti troviamo molte finezze che meritano una segnalazione. Il controllo del singolo giocatore è stato affinato, basti pensare che anche solo spostandosi con lo stick sinistro è possibile effettuare delle vere e proprie finte di corpo, cosa quasi impensabile in Fifa 11. Le fasi di impostazione di gioco sono state migliorate, mostrando un'IA che segue ancora meglio l'azione e aumenta il ventaglio di scelta per i passaggi e le aperture. Se è vero che la difesa è stata limata e resa più realistica e difficile da gestire, anche la fase d'attacco non è esente da ritocchi: i tiri da fuori area sono infatti sembrati più difficili da effettuare, sia quelli di potenza che di precisione. Per evitare di spezzare il ritmo di gioco in caso di rimessa laterale, se la palla uscita è vicina al giocatore questa sarà battuta immediata, senza alcuna dissolvenza, come per le punizioni. Qualche nuova animazione pre-gara nuove e i menu finalmente ripensati (anche se solo quelli principali) hanno in qualche modo riportato un po' di freschezza. Per quanto riguarda il lato tecnico non ci discostiamo molto dall'ottimo Fifa 11, ma in quanto a varietà ci si dovrà basare sul gioco completo.

Conclusioni
Fifa 12 è in ottima forma e la demo, anche se non troppo recente (basterà vedere le rose a disposizione, specialmente quella dell'Arsenal) non ha fatto altro che confermare le ottime impressioni avute alla Gamescom. Sul lato del gameplay nulla da eccepire, le novità introdotte sono poche e sotterranee, ma vanno a modificare la giocabilità a fondo già dopo poche partite. Resteranno da verificare le novità apportate alla Carriera, rinnovata in Fifa 11 ma con errori e sbavature avvertibili alla distanza, e le innovazioni apportate nel gioco online.

Mikhail Vadalà

In collaborazione con Cyberludus.com

Commenti

Commenta Anteprima Fifa 12.
Utilizza FaceBook.