Hi-Tech

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Speciale - Fifa vs Pes: Parte I

Anche quest'anno, come da infinita tradizione, gli occhi di buona parte dei videogiocatori nostrani sono posti sulle due celebri trasposizioni calcistiche: Fifa11 e Pes11. Anche quest'anno alla Gamescom di Colonia, il Re dei titoli di calcio, targato EA, ha scaldato i muscoli, pronto a sorprendere ancora una volta.

Gameplay
La demo EA Games ha messo a disposizione alcune delle squadre di Club più importanti d'Europa, come Barcellona, Real Madrid, Chelsea e Bayern Monaco. Tra le italiane era presente solo la Juventus. Era disponibile anche la possibilità, del tutto inedita, di controllare il portiere durante la partita, cosa che nel gioco finito sarà possibile anche nella modalità carriera. Già nei primi minuti di gioco sono riscontrabili le molte novità di quest'anno, anche rispetto all'ottimo Mondiali 2010 uscito a fine aprile. Innanzitutto si nota una libertà di movimento del calciatore ancora maggiore, e la precisione dello stick (e della potenza) dei passaggi è sempre più soddisfacente anche in semi-automatico. I contrasti, figli del calcio moderno, sono di importanza vitale come nelle ultime incarnazioni della sere calcistica EA Games, notevoli anche gli scontri fortuiti con i compagni di squadra. Quest'anno è stata introdotta la possibilità di controllare un giocatore a 360 gradi anche senza palla, rendendo ancora più dinamica e realistica la ricerca del pallone. Questo aspetto, insieme al maggior controllo di un giocatore in possesso, rende ancora più interessanti le fasi di costruzione e distruzione di gioco.
Aspetto visivo
Graficamente il titolo si dimostra in ottima forma mostrando già notevoli raffinatezze in più rispetto a Mondiali 2010 e Fifa 10. A far pare la parte del leone sono sicuramente le animazioni, davvero in una quantità industriale e dalla qualità sbalorditiva. La naturalezza delle animazioni dei contrasti, dei controlli del pallone o anche solo delle articolazioni di un calciatore durante la corsa, concorrono a rendere ancora più realistico Fifa 11. Anche il pallone ha subito delle interessanti revisioni, specialmente una volta scoccato un tiro verso la porta; traiettorie più credibili e varie. Parlando di orpelli e chicche, abbiamo notato che durante la partita, sotto il tabellino in alto con il risultato, appariranno varie statistiche, come il possesso palla o i tiri in porta, e durante le cut-scene con i singoli giocatori inquadrati anche dati relativi agli stessi (come i km percorsi durante la gara). Altra cosa che farà piacere a molti e dispiacere a qualcuno è la rimozione delle esultanze personalizzate, ree di spezzare troppo il ritmo di gioco e di essere seguiti da una cut-scene renderizzata, da adesso in poi l'esultanza sarà ingame senza che l'inquadratura stacchi dal calciatore, rendendo il tutto più gradevole e al tempo stesso credibile.
Capitolo portieri
Ultima nota riguarda infine i portieri: quelli controllati dalla CPU dimostrano di aver fatto tesoro di alcuni errori delle precedenti edizioni, soprattutto nelle uscite, ma serviranno delle sessioni di gioco più approfondite per valutare meglio questo aspetto, comunque sembratoci già convincente. I portieri giocabili, invece, potrebbero davvero essere l'intuizione dell'anno; li abbiamo infatti provati durante la schermata di caricamento di una partita: uno dei giocatori umani tira e l'altro utilizza l'estremo difensore. La reattività e la risposta ai comandi, sia nei tuffi che nelle uscite, è sembrata già buona anche se, almeno in questo momento, la modalità di gioco in porta sembra più un piacevole passatempo che un vero e proprio cardine del gioco finito. Per valutare bene un'implementazione così originale ci vorrà tempo e probabilmente sarà possibile farlo solo nella versione completa del gioco, in arrivo il primo ottobre, e preceduto da una demo sul Market Place in uscita nella prima decade di settembre, versione dimostrativa che con grande probabilità non si discosterà poi molto da quanto visto a Colonia.
Conclusioni
Fifa 11 è in ottima forma ed è pronto a mettere a segno il tiro decisivo. Le tante piccole migliorie al gameplay e le nuove aggiunte (portieri giocabili e editor online, quest'ultimo valutabile con il titolo completo) non fanno altro che rafforzare la sensazione che il gioco di calcio vero per ogni appassionato sia sempre e solo uno. Non resta altro che attendere il primo ottobre, uscita del gioco, per poter esprimere un giudizio finale sul lavoro svolto da EA Sports.
Mikhail Vadalà

In collaborazione con Cyberludus.com

Commenti

Commenta Speciale - Fifa vs Pes: Parte I.
Utilizza FaceBook.