Life Style

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Alda Merini: poesie e aforismi

ALDA MERINI: POESIE E AFORISMI. Alda Merini è stata una grande poetessa milanese, nata nel 1931 in una famiglia modesta e morta nel 2009 dopo aver firmato alcune delle pagine più belle della poesia italiana e aver affrontato diverse difficoltà durante la sua vita, inclusa la convivenza con un disturbo mentale, il disturbo bipolare, che la trascinò per ben tre volte negli ospedali psichiatrici di mezza Italia, ospedali che fino all’avvento di Basaglia (e, purtroppo, in alcuni casi anche dopo) si chiamavano manicomi e nei quali venivano perpetrate vere e proprie torture ai ricoverati (che sarebbe meglio definire reclusi). Questi luoghi non spezzarono però la Merini, che anche grazie alla scrittura riuscì a riconquistare la sua vita più di una volta, ritagliandosi il diritto ad avere mariti, figli, riconoscimenti e una produzione letteraria vastissima. Vi proponiamo allora alcuni dei suoi aforismi (il cui numero si mormora si aggiri intorno ai 500) e 5 delle sue poesie che parlano dei temi che più furono cari alla poetessa milanese: l’amore e le debolezze umane, la ricchezza dell’identità femminile e la follia.

ALDA MERINI: 10 AFORISMI INDIMENTICABILI. Qui di seguito alcuni degli aforismi che hanno reso celebre Alda Merini:

  • “Non sono una donna addomesticabile”. 
  • “Ho solo bisogno di silenzio, tanto ho parlato troppo è arrivato il tempo di tacere, di raccogliere i pensieri allegri, tristi, dolci, amari, ce ne sono tanti dentro ognuno di noi. Gli amici veri, pochi, uno? Sanno ascoltare anche il silenzio, sanno aspettare, capire. Chi di parole da me ne ha avute tante e non ne vuole più, ha bisogno, come me, di silenzio.”
  • “Non mi manca quello che mostravi di essere, mi manca quello che pensavo tu fossi.”
  • “Nessuno è felice, come chi sa di esser amato.”
  • “Ci sono notti che non accadono mai.”
  • “Beati coloro che si baceranno sempre al di là delle labbra, varcando il confine del piacere, per cibarsi dei sogni.”
  • “A volte succedono cose strane, un incontro, un sospiro, un alito di vento che suggerisce nuove avventure della mente e del cuore. Il resto arriva da solo, nell'intimità dei misteri del mondo.”
  • “Non si scappa mai dai luoghi, né dalle persone, né tantomeno dalle circostanze: si scappa da se stessi.”
  • “La calunnia è un vocabolo sdentato che, quando arriva a destinazione, mette mandibole di ferro.”
  • “La miglior vendetta? La felicità. Non c'è nulla che faccia più impazzire la gente che vederti felice.”
     

POESIE FAMOSE DI ALDA MERINI: LE PIU' BELLE. Sono tantissime le poesie scritte da Alda Merini, ma alcune sono davvero belle e indimenticabili. Ve ne proponiamo alcune:

 

Poesie famore di Alda Merini: La semplicità

La semplicità è mettersi nudi davanti agli altri.
E noi abbiamo tanta difficoltà ad essere veri con gli altri.
Abbiamo timore di essere fraintesi, di apparire fragili,
di finire alla mercè di chi ci sta di fronte.
Non ci esponiamo mai.
Perché ci manca la forza di essere uomini,
quella che ci fa accettare i nostri limiti,
che ce li fa comprendere, dandogli senso e trasformandoli in energia, in forza appunto.
Io amo la semplicità che si accompagna con l'umiltà.
Mi piacciono i barboni.
Mi piace la gente che sa ascoltare il vento sulla propria pelle,
sentire gli odori delle cose,
catturarne l'anima.
Quelli che hanno la carne a contatto con la carne del mondo.
Perché lì c'è verità, lì c'è dolcezza, lì c'è sensibilità, lì c'è ancora amore.

Alda Merini poesie d'amore: Ti aspetto

Ti aspetto e ogni giorno
mi spengo poco per volta
e ho dimenticato il tuo volto.
Mi chiedono se la mia disperazione
sia pari alla tua assenza
no, è qualcosa di più:
è un gesto di morte fissa
che non ti so regalare.

Alda Merini poesie più belle: Alla tua salute, Amore mio!

Sono folle di te, amore
che vieni a rintracciare
nei miei trascorsi
questi giocattoli rotti delle mie parole.
Ti faccio dono di tutto
se vuoi,
tanto io sono solo una fanciulla
piena di poesia
e coperta di lacrime salate,
io voglio solo addormentarmi
sulla ripa del cielo stellato
e diventare un dolce vento.

Alda Merini poesie famose: Ora che ti ho perduto

Ora che ti ho perduto veramente
con quali rime canterò all’ingrato
che mi ha mossa gemente alla follia.
Dove andrò a rilavare queste vesti
inondate d’amore, neanche un nume
più mi vorrebbe tanto sono scesa
dal mio cumulo ardente di preghiere.
Nulla più che mi basti e piango e rido
come una folle sopra la mia stele.

Alda Merini poesie sulle donne: A tutte le donne

Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso
sei un granello di colpa
anche agli occhi di Dio
malgrado le tue sante guerre
per l'emancipazione.
Spaccarono la tua bellezza
e rimane uno scheletro d'amore
che però grida ancora vendetta
e soltanto tu riesci
ancora a piangere,
poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,
poi ti volti e non sai ancora dire
e taci meravigliata
e allora diventi grande come la terra
e innalzi il tuo canto d'amore.

Commenti

Commenta Alda Merini: poesie e aforismi.
Utilizza FaceBook.