Life Style

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Vacanze studio in Inghilterra: come partire

VACANZE STUDIO IN INGHILTERRA: COME PARTIRE. Tra qualche mese la scuola sarà solo un ricordo lontano (almeno fino a Settembre). Alcuni sceglieranno di trascorrere le proprie vacanze al mare, altri sfrutteranno i mesi estivi per continuare ad accrescere il proprio bagaglio culturale con le vacanze studio in Inghilterra. Ma è tutto così facile? Quali sono gli accorgimenti da tenere bene a mente quando si sta per partire per le vacanze studio in Inghilterra? Ecco un piccolo manuale d’uso che potrà esservi molto utile, soprattutto nei casi di ansia pre-partenza.

Vuoi tenere in considerazione altre mete? Leggi anche: Vacanze studio: le migliori da fare


VACANZE STUDIO IN INGHILTERRA: ISTRUZIONI PER L'USO. Pronti per la partenza? Cercate di non dimenticare nulla e per evitare che lo facciate, noi vi forniamo un piccolo promemoria da tenere sempre a portata di mano:

  • Il volo: il primo punto di criticità è la scelta del volo e la sua organizzazione per le vacanze studio in Inghilterra. Molte compagnie aeree di bandiera come Alitalia ed AirFrance offrono sconti per le persone under 25. Ciò che conta è di ricordarsi di inserire almeno un bagaglio da stiva (due diventano troppi: ricordatevi che andate in un Paese nel quale ci sono negozi!).
  • La moneta: il secondo elemento da tenere a mente quando si stanno prenotando le vacanze studio in Inghilterra è quello della moneta. Infatti, a differenza di quanto fatto da molti, è importante partire già con qualche penny in tasca (senza esagerare). In questo caso, conviene fare il cambio in banca e non nei change point in aeroporto o nella città di arrivo, perché i tassi di cambio saranno maggiori in questi ultimi. Ricordatevi che, al di fuori dell’Italia, la carta di credito è accettata anche per piccole spese.
  • L’alloggio: a tal proposito, per l’alloggio delle vacanze studio in Inghilterra, esistono due punti di vista differenti: chi parte organizzato, già con una casa pronto ad ospitarlo, e chi va alla ricerca una volta atterrato. In ogni caso, ciò che conta è non spaventarsi per le condizioni degli appartamenti nei quali si andrà a vivere. Diciamo che un pizzico di spirito di adattamento dovrete portarlo da casa. Per trovarli, si possono usare applicazioni come AirBNB che, per il lungo periodo, diventa molto costoso, o APP come CouchSurfing, che permette di avere ospitalità gratuita a casa di persone che hanno accordato la loro disponibilità. Altre soluzioni possono essere le agenzie specializzate come EF, che si occupano di organizzare alloggio e soggiorno degli studenti in partenza.
  • Il trasporto: come in tutti i Paesi Europei, esistono fitte reti di trasporto che possono essere utilizzate dagli studenti o dai giovani a prezzi ridotti. Basterà recarsi presso il punto informazioni della città di destinazione, farsi coraggio con la lingua ed andare avanti. A Londra, ad esempio, esiste la Oyster Card che permette di avere tariffe agevolate per studenti e giovani.
  • La valigia: cosa mettere in valigia per affrontare al meglio le vacanze studio in Inghilterra. Il consiglio personale di chi scrive, che attualmente si trova a Parigi per studio, è quello di mettere lo stretto necessario per affrontare la prima settimana. Il resto si compra in loco, soprattutto perché dopo il primo mese si perderà qualche chilo e sarà necessario ripensare tutto l’armadio.
  • Gli amici: quelli italiani, per qualche settimana o per qualche mese, durante le vacanze studio in Inghilterra, si sentiranno un po’ meno. Trovarne di nuovi non sarà difficile, soprattutto se si sceglie di vivere in una Residenza studentesca. Il consiglio, però, da tenere sempre a mente è quello di non mentire e di non fingere di essere chi non si è: per una volta, avrete la possibilità di vivere la vostra quotidianità senza timore di cosa pensa la gente.
  • Il lavoro: infine, per coloro che vogliono ottimizzare le vacanze studio in Inghilterra ed apprendere più facilmente la lingua, il consiglio è quello di trovare un lavoretto o uno stage che vi consenta di confrontarvi con il mondo del lavoro e con la possibilità di avere qualche soldo in più per le serate. Nel caso in cui si voglia ottimizzare il soggiorno con uno stage, il suggerimento è quello di scaricare l’APP LinkedIn Job Search che consente di trovare tutte le posizioni lavorative aperte in un dato luogo. Unico obbligo: avere un profilo LinkedIn aggiornato.

Commenti

Commenta Vacanze studio in Inghilterra: come partire.
Utilizza FaceBook.