Musica

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Amy Winehouse regina dei Grammy

La commozione di Amy Winehouse, collegata via satellite da LondraLa cantante britannica Amy Winehouse ha fatto man bassa di premi alla 50a edizione dei Grammy Awards, gli Oscar della musica, vincendone ben cinque. L'ambito riconoscimento per il miglior album se l'è però aggiudicato il jazzista Herbie Hancock con "River: The Joni Letters". La Winehouse ha vinto i premi per canzone dell'anno, artista rivelazione dell'anno, disco dell'anno, miglior interprete pop femminile, miglior album pop.

Dopo il conferimento dei premi, l'artista ha cantato via satellite da Londra. Non era a Los Angeles perché le era stato rifiutato il visto per gli Stati Uniti e quando finalmente è arrivato, la cantante, appena uscita da una clinica per trattamenti di disintossicazione, ha detto che ormai era troppo tardi per partire. Tirando le somme un'edizione che è riuscita a riservare anche qualche sorpresa. Se è vero che Amy Winehouse ha quasi fatto il pieno, lo è altrettanto che le è sfuggito il premio che un po' tutti si attendevano, ovvero quello per il miglior album. Infatti "Back to black" è stato battuto da un outsider come Herbie Hancock, outsider non certo per notorietà o statura artistica ma perché più legato al mondo jazz che non a quello pop.
Per il resto previsioni confermate, insieme alla Winehouse l'altro grande protagonista è stato Kanye West, premiato con quattro statuette. West, che concorreva per il maggior numero di Grammy, ben otto, ha vinto quattro statuette fra cui quella per il miglior album rap per ''Graduation'' e la migliore rap solo performance per ''Stronger.'' Il cantante, in lutto per la morte della madre, avvenuta lo scorso novembre a causa delle complicazioni di un intervento chirurgico, si è esibito in un'emozionante versione della sua canzone ''Hey Mama''. La sua capigliatura poi mostrava la parola ''MAMA'' scritta con un gioco di rasatura dei capelli. Accettando il premio ha dedicato parole alla donna. Tre Grammy sono andati alla leggenda del rock Bruce Springteen: Best Rock Instrumental Performance con "Once Upon A Time In The West" e, con "Radio Nowhere", migliore canzone rock e migliore Solo Rock Vocal Performance. I Foo Fighters hanno vinto il premio per il miglior album rock, con ''Echoes, Silence, Patience & Grace'' .

La serata si è aperta con una celebrazione dei cinquant'anni della festa della musica americana, attraverso un duetto, un po' particoalre, possibile grazie a una registrazione di Frank Sinatra con la voce dal vivo di Alicia Keys che hanno cantato 'insieme' "Learnin' the Blues". Ma sul palco dei Grammy è salito anche Andrea Bocelli che ha cantato insieme al collega Josh Groban la canzone "The Prayer". La serata è stata caratterizzata da una serie di duetti speciali: Tina Turner si è esibita con Beyonce in un medley di successi. Per Beyonce l'unica soddisfazione in una serata che l'ha vista grande sconfitta, senza nemmeno un grammofonino.

Il vincitore del miglior album, il jazzista Herbie Hancock ha suonato insieme al pianista Lang Lang un classico di Gershwin "Rhapsody in Blue", Jerry Lee Lewis e Little Richard si sono esibiti insieme al rocker John Fogerty in un tributo al rock 'n' roll anni 50. Kid Rock infine ha cantato "That Ol' Black Magic" con la cantante jazz Keely Smith.

www.tgcom.it

Commenti

Commenta Amy Winehouse regina dei Grammy.
Utilizza FaceBook.