Musica

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Belinda, la nuova Shakira

Un singolo accattivante per presentarsi al pubblico internazionale, il traino di una fortunata pubblicità per lanciarla nel firmamento del pop. “If we were”, colonna sonora di una degli spot più trasmessi sui nostri schermi, ha permesso a Belinda Peregrin Schull, semplicemente Belinda, di farsi conoscere anche fuori dai confini dell’America Latina, in cui è una star assoluta. Con il suo sound pop-rock, arricchito da spruzzate sapienti di sonorità dance, la giovanissima cantante, nativa di Madrid ma cresciuta in Messico, è stata già accostata a icone della muica femminile come Hillary Duff, Shakira e Avril Lavigne.

 
Come molte sue colleghe anche Belinda ha cominciato con la televisione, con il ruolo di protagonista nella telenovela messicana “Amici per sempre”, rivolta ai giovanissimi. E’ la prima serie tv di una trilogia che di fatto la porta a girare altre due soap nel giro di due anni, “Avventure nel tempo” e “Complici al sicuro”. La recitazione va pari passo con la sua passione innata per la musica, che le permette di prender parte alla colonna sonora di tutti e tre i programmi che l’hanno vista protagonista. A 14 anni lancia il suo primo album intitolato semplicemente “Belinda”, che riscuote un incredibile successo in Spagna e in America Latina, superando le 800.000 copie. Il 2004 è un anno particolarmente fortunato per la baby-prodigio, che conquista tra gli altri il premio come miglior nuovo artista messicano agli Mtv Video Music Awards Latinoamérica, il Premio Oye come miglior solista femminile e una nomination ai Billboard Latin Music Awards nella categoria miglior disco pop femminile. Nel 2006 la sua carriera come attrice supera i confini latinoamericani, con la partecipazione nel film Disney “Cheetah Girls 2”, dove interpreta il personaggio di Marisol: la pellicola è un successo e la casa di produzione decide di confermarla anche per il terzo episodio della trilogia, che uscirà nelle sale di tutto il mondo nella seconda metà del 2008. E probabilmente, per quella data, Belinda si sarà già affermata anche da noi in Europa: uscirà a fine febbraio la riedizione inglese di “Utopia”, album lanciato in Spagna e nell’America Latina nel 2006 in lingua originale, con grandi risultati. Il disco contiene 13 canzoni pop, scritte e prodotte da un team di luminari del genere nell’industria musicale: Kara DioGuardi (Kelly Clarkson e Gwen Stefani), Jimmy Harry (Kylie Minogue e Britney Spears), Doc McKeeny (RES), Greg Kursten (Lily Allen e Pink), Lester Méndez (Santana e Shakira), e Greg Wells (Celine Dion e Elton John). Da segnalare “If the mood”, in cui spicca la collaborazione con Nicole Scherzinger, cantante solista delle Pussycat Dolls.
 
Accomunati dalla stessa casa discografica, la Emi, Belinda salirà insieme ai Finley sul palco di Sanremo per la serata dedicata ai duetti. Il gruppo di Legnano è rimasto letteralmente folgorato dalle sue qualità artistiche e dal suo incredibile fascino: “Ci capita spesso di rubare cd negli uffici della casa discografica e siamo rimasti positivamente sorpresi dalle doti vocali di quest’artista che ha la nostra età. Poi abbiamo notato che è anche bellissima… Poco dopo, ci è arrivata la proposta di cantare con lei e noi non ci siamo fatti scappare l’occasione. Ha un carisma da star navigata ma è anche molto alla mano”. Terminato il Festival, i Finley lanceranno “Your Hero”, singolo confezionato insieme alla diciannovenne messicana, destinato a diventare uno dei tormentoni dei prossimi mesi. E siamo sicuri che di questa ragazza, con una splendida voce racchiusa in un corpo da favola, sentiremo presto parlare.
 
Il video di "If we were":
 
 
Simone Gambino

Commenti

Commenta Belinda, la nuova Shakira.
Utilizza FaceBook.