Musica

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Martina O.

Nutini: lo scozzese made IT

Niente a che fare con il bello e dannato, se non per i pacchetti di sigarette che danno alla voce il timbro profondo e intenso da brividi. Riservato, romantico, parla d’amore nei suoi pezzi come pochi sanno fare. Paolo Giovanni Nutini nasce il 9 gennaio 1987 Paisley in Scozia, da padre toscano e madre scozzese, che fin da piccolo lo spingono verso la musica.

Già nel coro della scuola il suo insegnante ne nota le doti canore speciali. Nel 2003 durante una festa si esibisce sul palco, mentre in platea c’è il produttore Ken Nelson che gli offre la possibilità di cantare nei locali di Londra, dove si trasferisce a soli 17 anni. La svolta viene con Internet: comincia a scalare le classifiche inglesi e Kt Tunstall e Amy Whinehouse lo chiamano per aprire i concerti. Con la Atlantic Records firma nel 2006 These streets, primo album che in quattro mesi vende un milione di copie.

I grandi cominciano ad accorgersi di lui: i Rolling Stones lo invitano al tour A bigger bang a Vienna e nel 2007 partecipa al Live Earth a Londra. Intanto These streets segna due milioni di copie vendute e Puma lo sceglie insieme al centometrista dei record Bolt come sua icona. Nel 2009 esce Candy, e il miracolo si ripete con Sunny side up, uno degli album più venduti in GB. Una carriera che lo porterà lontano, dalle strade di Glasgow su cui è cresciuto, e dai lidi toscani dove passa le vacanza estive. Lontano dagli eccessi, che possono spegnere le passioni più intense, cantando dell’amore universale che lega gli uomini di ogni razza e colore.

E a voi piace? Noi lo adoriamo!

Commenti

Commenta Nutini: lo scozzese made IT.
Utilizza FaceBook.