News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

A cosa serve il beccuccio del coperchio da caffè all'americana?

La moda del caffè da passeggio, complice il successo di catene come Starbucks, sta prendendo piede anche in Italia.

E' sempre meno raro vedere persone che lo sorseggiano in strada, segnando così una mini rivoluzione nel consumo del tempo libero. Già, ma come la mettiamo con il rischio di sbrodolarsi addosso il contenuto della tazza usa e getta?

E proprio a questo proposito che interviene l’invenzione di William e Kenneth Dart della Dart Corporation, che nel 1981 brevettarono lo speciale coperchio con la linguetta: quello che permette di bere il caffè senza sporcarsi.

Si è calcolato che nel 2017 il business dei coperchi ‘all’americana’ toccherà i 20 miliardi annui. Insomma, siccome il diavolo non fa i coperchi, potreste pensarci voi. C’è da guadagnarci.

La modifica di una abitudine storica? In Italia il caffè non è mai un semplice caffè. Dietro questa bevanda si nasconde un desiderio. Quello sociale. Il bisogno, cioè di instaurare, proseguire, saldare, ricostruire, rompere etc. un rapporto.

L'invito di solito è quello al bar, ma c'è chi lo preferisce da asporto. In questo caso lo si beve in casa o in ufficio, per questioni, per lo più, di tempo.

In America accade invece che il caffè sia in realtà un beverone che molti sorseggiano passeggiando. Nel nostro paese è difficile vedere qualcuno che ha un atteggiamento simile nei confronti della bevanda nera...ma qualcosa sta cambiando...

 

 

 

Tags:

Commenti

Commenta A cosa serve il beccuccio del coperchio da caffè all'americana?.
Utilizza FaceBook.