News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Angela Ardizzone

Chi parla meglio in inglese?

Danesi, Olandesi e Svedesi i migliori, Iracheni ultimi della classe, Italiani promossi con la sufficienza: ecco cosa emerge da un’analisi condotta da EF Education First, riguardante le conoscenze della lingua inglese, in cui sono stati coinvolti 63 Paesi di tutto il mondo. Nella classifica finale gli Italiani figurano al 27° posto: peggio di noi, in Europa, solamente i Francesi, al 29° posto.

Cos’è l’EF EPI

EF Education First, leader internazionale nella formazione mondiale, presenta la quarta edizione della classifica EF EPI (English Proficiency Index), riguardante la competenza in lingua inglese. La classifica EF EPI comprende 63 Paesi e territori, e include anche un’analisi delle tendenze nella conoscenza dell’inglese per un periodo di sei anni, in cui si è notato un grosso investimento nell’apprendimento della lingua inglese. Inoltre, la classifica rivela le correlazioni che intercorrono tra conoscenza dell’inglese dei lavoratori di una nazione e le prospettive economiche di questa.  L’inglese è fondamentale per la crescita professionale, culturale ed economica di una nazione, e grazie all’EF EPI – sostiene il Prof. Christopher McCormick, Vice Presidente Accademico di EF Education First – si continua a stimolare un dibattito internazionale sull’importanza della formazione linguistica a livello globale.

La classifica EF EPI: chi sono i migliori e i peggiori

In tutto il mondo sono i Danesi adulti i migliori a parlare inglese, seguiti poi dagli Olandesi e dagli Svedesi. Deludente invece la preparazione del Nord Africa e Medio Oriente, in cui la conoscenza dell’inglese si mantiene sempre al minimo. Nel resto del mondo poi possiamo notare una certa crescita per quanto riguarda i Paesi con un buon livello d’inglese, mentre le nazioni con un livello medio-basso rimangono sempre allo stesso punto o addirittura recedono, come Francia, Spagna e Italia.

Europei ai vertici, donne migliori degli uomini

I Paesi Scandinavi continuano a detenere il primato mondiale, con il più alto livello di competenza in inglese. Inoltre, dal rapporto emerge che le donne sono più competenti in inglese rispetto agli uomini, sia a livello mondiale che a livello nazionale. I primi 10 Paesi in classifica sono tutti europei, e si nota una notevole crescita in Europa rispetto alle altre zone del mondo. Variegata invece è la situazione in Asia, e si nota un certo progresso in Indonesia, che ha raggiunto Hong Kong, Giappone e Taiwan. Infine, Nord Africa, quasi tutti i Paesi dell’America Latina e del Medio Oriente presentano invece livelli di competenza molto bassi, e, a parte pochi casi, non si notano progressi.

Italia: i migliori sono gli under 35

Per quanto riguarda l’Italia invece, il livello d’inglese è mediamente buono, ed è migliorato negli ultimi 7 anni. Tuttavia, siamo ancora indietro rispetto alla media europea. Le prospettive future però sembrano essere positive:  la conoscenza dell’inglese tra gli italiani che hanno meno di 35 anni è superiore rispetto agli adulti. Ciò significa innanzitutto che si andrà solo a migliorare, e che i cambiamenti operanti nel sistema educativo per l’insegnamento dell’inglese stanno dando i risultati sperati.

Inglese e mondo del lavoro: EF EPI-c

È stato pubblicato inoltre l’Indice di Conoscenza dell’Inglese nel mondo aziendale (EF EPI-c) che classifica i Paesi sulla base della padronanza dell’inglese della forza lavoro, e dimostra come le competenze linguistiche siano dei requisiti fondamentali nell’ambito imprenditoriale. L’EF EPI-c poi dimostra come spesso è difficile, per le aziende, tenere il passo della crescente importanza di questa lingua.


Per scaricare l’indice EF EPI completo e consultare tutte le analisi e rappresentazioni grafiche vai su http://www.ef-italia.it/epi/

Se desideri imparare la lingua inglese in modo veloce e naturale, consulta i programmi EF per studiare all’estero: http://www.ef-italia.it/pg/studiare-estero/

Commenti

Commenta Chi parla meglio in inglese?.
Utilizza FaceBook.