News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Come recuperare esami universitari scaduti

COME RECUPERARE ESAMI UNIVERSITARI SCADUTI. Sei uno studente che ha interrotto gli studi? Se hai risposto sì è probabile che tra rinuncia agli studi, esami decaduti, esami mancanti  e tasse da pagare ti senta un po' smarrito. Non ti dannare, una soluzione c’è sempre! Un modo lo troviamo insieme, scopri come fare per riprendere in modo semplice e veloce il tuo percorso universitario. Vediamo caso per caso cosa bisogna fare per recuperare gli esami universitari scaduti e rimetterti in carreggiata!

Il tuo problema, invece, è che sei "semplicemente fuoricorso"? Leggi qui: Università: come recuperare gli esami


DECADENZA ESAMI UNIVERSITARI: DOPO QUANTI ANNI? Prima di tutto bisogna capire qual è il tempo consentito di decorrenza degli esami e per quanto tempo sono validi. Quando uno studente fuori corso si può definire ancora in tempo per recuperare? La condizione di studente decade, e non è più possibile proseguire la carriera universitaria, se non si conseguono tutti i crediti previsti dal piano di studio entro termini stabiliti. I termini per la decadenza variano a seconda dell’ordinamento a cui ti sei iscritto e sono riportati nel Regolamento Studenti delle Università. Le situazioni che bisogna analizzare sono diverse a seconda che tu sia iscritto al nuovo ordinamento o a una laurea magistrale a ciclo unico.

  • Per gli studenti del nuovo ordinamento, gli studenti iscritti a corsi di studio riformati (DM 509/99 e 270/04), decadono se non conseguono tutti i crediti previsti dal proprio piano di studi entro il termine del quarto anno accademico di iscrizione fuori corso. Lo studente in debito della sola prova finale non decade.
  • Gli studenti iscritti a Lauree magistrali a ciclo unico decadono se non conseguono tutti i crediti previsti dal proprio piano di studi entro il termine del quinto o sesto anno accademico di iscrizione fuori corso (a seconda che il corso di laurea magistrale a ciclo unico preveda cinque o sei anni). Gli anni di iscrizione in qualità di ripetente e gli anni di interruzione equivalgono all’iscrizione fuori corso. Lo studente in debito della sola prova finale non decade.

DECADENZA ESAMI UNIVERSITARI VECCHIO ORDINAMENTO: Se frequentavi corsi di laurea vecchio ordinamento,  il decadimento dalla qualità di studente si registra dopo otto anni accademici consecutivi dall'anno in cui si è sostenuto l'ultimo esame o dall’ultimo anno di iscrizione in corso, se più recente. Anche in questo caso, come nei precedenti, non si incorre nella decadenza se lo studente è  in debito del solo esame finale.

ESAMI UNIVERSITARI SCADUTI: NON BASTA PAGARE LA RETTA? Qualcuno, giustamente, si porrà la seguente domanda: ma se pago le tasse rischio comunque di decadere? La risposta è si perché il solo pagamento delle tasse non interrompe i termini per la decadenza. Per evitare di decadere devi sostenere un esame, anche con esito negativo.


DURATA VALIDITA' ESAMI UNIVERSITARI: LE REGOLE. E’ importante sapere e  ricordare che:

  • Ai fini della decadenza, gli anni di iscrizione in qualità di ripetente e gli anni di interruzione sono equivalenti all’iscrizione fuori corso, mentre non sono considerati tali gli anni di sospensione agli studi.
  • Se sei in debito della sola prova finale non decadi, qualunque sia l’ordinamento didattico del corso di iscrizione.
  • Se decadi e vuoi avviare una nuova carriera universitaria sei obbligato a iscriverti di nuovo. Puoi comunque chiedere che i crediti già acquisiti siano valutati dal Consiglio di Corso di Studio a cui scegli di iscriverti, per un possibile riconoscimento, parziale o totale previo pagamento dell’indennità stabilita dagli Organi Accademici.
  • Gli studenti con invalidità civile pari o superiore al 66%, gli studenti in possesso dei benefici di cui alla L. 104/92  e gli studenti con diagnosi di DSA possono richiedere una proroga alla decadenza di ulteriori due anni al massimo, facendo formale richiesta alla segreteria studenti di competenza. La richiesta sarà valutata da un apposita commissione.

COME RECUPERARE ESAMI UNIVERSITARI DECADUTI: Ora che abbiamo capito e chiarito in cosa consiste la decadenza degli studi, vediamo come si può fare per rimediare, qualora avessi interrotto gli studi ma sei intenzionato a completare il tuo percorso universitario. Ecco i passi da compiere per capire come procedere e riprovarci:

  • Prima di tutto dovresti informarti presso la Segreteria Studenti del tuo Corso di Studi dell’Università, per chiedere a che punto è la tua carriera universitaria e per verificare se sussiste la’eventuale decadenza. Consultare la segreteria può essere utile anche per capire lo stato dei pagamenti, gli esami e l'ultimo piano di studi presentato.
  • Se la Segreteria ti conferma l'avvenuta decadenza, devi per forza di cose iscriverti ad un nuovo Corso di Studi. Ricorda che puoi provare a chiedere il riconoscimento totale o parziale degli esami sostenuti al Consiglio di Corso di Studio, previo pagamento dell’indennità, che varia da Università ad Università, stabilita dagli Organi Accademici. In questo caso, informati bene presso la Segreteria che ti consegnerà il modulo di riconoscimento crediti da consegnare in allegato alla richiesta.
  • Se sono passati tanti anni dall’ultimo esame ti accorgerai che sono molte le modifiche apportate dalle ultime riforme universitarie, perciò potrai trovare corsi ed esami che hanno cambiato codice o nome.
     

Per info circa modulistica, calcolo delle tasse, borse di studio ed esoneri clicca su

Commenti

Commenta Come recuperare esami universitari scaduti.
Utilizza FaceBook.