News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Nadine S.

Dall’America una petizione contro le foto ritoccate!

Sono finte!!! - Seventeen è un noto magazine americano dedicato alle adolescenti. Contiene servizi sui loro idoli – un nome su tutti: Justin Bieber – pagine dedicate alle amicizie, agli amori, a tutto ciò che appartiene al mondo dei ragazzi. Di conseguenza, ampio spazio è riservato anche alla moda. E qui casca l’asino. Perché Julia Bluhm, intraprendente quattordicenne che vive a Waterville nel Maine, un bel giorno ha preso un’iniziativa. Per l’ennesima volta aveva visto su Seventeen diverse immagini di sue coetanee perfette. Con tutte le misure giuste, la pelle levigata, i volti di porcella, i capelli di seta… Insomma, cose praticamente impossibili nella realtà. Cose che si possono ottenere soltanto tramite un massiccio uso di Photoshop. Julia, quindi, ha deciso di promuovere una petizione contro queste immagini “distorte”. Il titolo parla chiaro: “Seventeen Magazine: give girls images of real girls”, cioè “Seventeen Magazine: mostra immagini di ragazze vere”.

E IL RAGAZZO CHE  HA FATTO CAUSA A FACEBOOK?

Julia chiede foto non ritoccate - La studentessa aveva l’obiettivo di sollevare un certo polverone, ma di certo non immaginava che sarebbe diventata famosa. Eh sì, perché in queste ore si sta parlando di lei in diversi angoli del pianeta, fra l’opinione pubblica non solo statunitense ma anche di altri Paesi. La petizione ha superato le quarantamila firme e Julia l’ha consegnata alla redazione di New York della suddetta testata, durante un incontro con alcuni suoi rappresentanti. “Le foto delle ragazzine di Seventeeen – spiega pubblicamente Julia - propongono un ideale impossibile per le giovani di oggi”. Chiede, dunque, che almeno una volta al mese venga pubblicato un servizi con immagini non ritoccate. Chiede che non venga fatta neanche la minima modifica. Ancora la risposta di Seventeen non è arrivata, ma l’editore farebbe bene ad accettare perché la crociata avviata da Julia potrebbe portare molto lontano. O, perlomeno, creare diversi “problemini”. A questo punto, però, viene spontanea un’altra riflessione: anche i giornali italiani per adolescenti propongono modelle fuori dalla realtà? Non sarebbe male dare un’occhiata approfondita…

Commenti

Commenta Dall’America una petizione contro le foto ritoccate!.
Utilizza FaceBook.