News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Detrazioni tasse Universitarie

TASSE UNIVERSITARIE DETRAIBILI: Il calcolo delle tasse universitarie è sempre una nota dolente sia al momento dell'iscrizione all'Università che negli anni successivi. Come fare a risparmiare? Si chiedono in molti. Un buon modo per pagare meno è sapere quali sono le tasse universitarie detraibili e conoscere quali sono gli sgravi fiscali a cui si ha diritto in base al proprio reddito.
La prima cosa da tenere a mente è che le spese sostenute per l’istruzione universitaria sono detraibili fiscalmente da qualsiasi contribuente, sia per la propria formazione che per quella di figli a carico. Vediamo cosa occorre sapere per essere informati su tutti gli elementi che servono per evitare di pagare le tasse universitarie in toto e quindi sfruttare le possibili riduzioni delle tasse stesse.

DETRAZIONI SULLE TASSE UNIVERSITARIE: STUDENTI IN CORSO E FUORICORSO. Iniziamo subito col dire tutti gli studenti, anche quelli fuoricorso, hanno diritto alla detrazione Irperf del 19% per le tasse relative all’Università, sia pubblica che privata, per i corsi di Perfezionamento e di Specializzazione post laurea. Sono agevolate anche l'iscrizione e la frequenza di università telematiche, purché riconosciute con decreto dal Miur (risoluzione 6/E/2007). Le spese sostenute verranno così in parte recuperate in sede di dichiarazione dei redditi.
 

TASSE UNIVERSITARIE DETRAIBILI: LE UNIVERSITA’ PUBBLICHE E LE UNIVERSITA’ PRIVATE. Sulla detrazione delle tasse universitarie influiscono le agevolazioni fiscali derivanti dagli attestati ISEE e ISEEU e grazie a questi documenti il contribuente (o il professionista o il Caf) può capire in quale fascia di reddito rientrare in base al nucleo familiare. I documenti da produrre al Caf o a un professionista abilitato, nel caso il contribuente decida di presentare il 730, sono costituiti da bollettini, ricevute, fatture e simili rilasciate dall'Università. Le detrazioni delle tasse universitarie relative alle Università private sono calcolate in base alle tasse universitarie delle Università pubbliche più vicine.

Hai dubbi? Leggi: Come calcolare l'Isee


CALCOLO TASSE UNIVERSITARIE: LE DETRAZIONI PER GLI STUDENTI LAVORATORI: Gli studenti lavoratori, che non possono considerarsi a carico di familiari, possono detrarre le tasse nella propria dichiarazione dei redditi.
Anche i titolari di partita Iva, come i professionisti, possono beneficiare degli sconti per l'istruzione.


COME COMPILARE LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI IN MERITO ALLE DETRAZIONI DELLE TASSE UNIVERSITARIE. Per accedere alle detrazioni sulle tasse universitarie occorre indicare le spese negli spazi o nelle righe che vanno da E8 a E12 del modello 730/2016 con il codice 13. Nel Modello Unico 2016 si inseriscono nelle righe da RP8 a RP14 con gli stessi codici del modello 730.


CALCOLO TASSE UNIVERSITARIE: LE SPESE NON DETRAIBILI. Infine vi ricordiamo che non è prevista alcuna detrazione per quel che riguarda le seguenti spese unversitarie:

  • Trasporti
  • Vitto e alloggio (in tal caso fanno eccezione solo gli studenti fuorisede con alloggio distante almeno 100 kilometri dal comune di residenza)
  • Libri scolastici e materiale didattico
  • Contributi pagati all’università pubblica per il riconoscimento della laurea conseguita all’estero


Vuoi risparmiare di più? Leggi:

Commenti

Commenta Detrazioni tasse Universitarie.
Utilizza FaceBook.