News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Esonero tasse Universitarie per merito: come funziona

ESONERO TASSE UNIVERSITARIE PER MERITO. Le tasse universitarie pesano molto sul bilancio familiare… come fare dunque per ottenere un esonero totale o parziale? Sono tre i motivi per cui si può ottenere una riduzione delle tasse universitarie: merito, reddito o invalidità. Alcuni studenti riescono a ottenere una borsa di studio – ad esempio quelle regionali che combinano criteri di reddito e di merito per permettere a tutti gli studenti meritevoli ma privi di mezzi di frequentare l’università – in grado di coprire non solo le tasse universitarie dell’anno accademico ma anche le spese universitarie (libri, spese di viaggio, alloggio).
Se invece non hai richiesto una borsa di studio o non hai i requisiti per averla, ma sei uno studente molto bravo puoi comunque ottenere l’esonero delle tasse universitarie per merito. Vediamo insieme come funziona.

Non perderti la maxi guida Iscrizione all'Università: modulistica, tasse ed esoneri
 


ESONERO TASSE UNIVERSITARIE PER MERITO: COME FUNZIONA. Ogni Ateneo decide se e in che misura concedere un esonero delle tasse universitarie per merito. Per questo è bene consultare le pagine relative nei siti della tua università per capire quali sono i criteri per ottenere una riduzione.

  • Voto esame di maturità. Molti Atenei, ad esempio, prevedono l’esenzione della tassa d’iscrizione agli studenti che si iscrivono al primo anno d’università che hanno ottenuto 100 o 100 e lode alla maturità ed alcuni, tra cui la Milano Bicocca, permettono anche una riduzione del 50% sulla tassa d’iscrizione per chi ha avuto un voto compreso tra il 90 e il 99. In alcuni casi, ad esempio all’Alma Master di Bologna, chi è passato con 100 e lode alla maturità è esonerato dal pagamento delle tasse universitarie del primo anno accademico.
     
  • Numero di crediti e media. Un altro criterio per ricevere una riduzione delle tasse universitarie nell’anno seguente è quello di avere conseguito un certo numero di crediti durante l’anno mantenendo una media alta. Molti Atenei premiano i più bravi dei corsi, moltiplicando il voto di ciascun esame per i relativi CFU, sommando tutti i valori ottenuti per ogni studente, redigendo una graduatoria decrescente dei valori suddetti per ogni corso di studio e concedendo l’esonero al 10% o alla percentuale stabilita di studenti che occupano le posizioni più alte. Altri, come l’Università di Firenze, concedono un esonero parziale a chi si iscrive a determinati corsi di laurea e cumula un numero di crediti annui per incentivare l’iscrizione e la frequenza ai corsi. In genere è determinata una cifra fissa che viene detratta dalle tasse per merito.
     
  • Voto laurea triennale. Chi si iscrive alla magistrale potrà avere uno sconto sulla tassa d’iscrizione in base al voto ottenuto alla laurea triennale – in genere per voti compresi tra il 108 e il 110 e lode. In alternativa, è possibile ricevere un contributo in denaro come premio.
     

Generalmente, questi esoneri vengono concessi automaticamente dall'Ateneo e non dovete fare alcuna richiesta per ottenerli.

ESONERO TASSE UNIVERSITARIE: GLI ALTRI CASI. L'esonero dalle tasse universitarie per merito non è l'unica via che uno studente può percorrere per pagare meno tasse. Esistono infatti altri due casi in cui chiedere l'esenzione:

TASSE UNIVERSITARIE: TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE. Vuoi capire come funziona il pagamento delle tasse universitarie e possibili esoneri? Consulta le nostre risorse:

Commenti

Commenta Esonero tasse Universitarie per merito: come funziona.
Utilizza FaceBook.