News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Ha il piercing: la scuola lo espelle

La scuola dovrebbe essere una palestra di inclusione, a prescindere dai gusti estetici di ciascuno. Non la pensa così, evidentemente, la preside di un istituto alberghiero con sede ad Arzachena (Olbia), Fabiola Martini, che ha provveduto all'espulsione del 18enne Mattia Carbini, colpevole di indossare due piercing: uno al naso ed un altro sotto la palpebra sinistra.

E' venuto giù il finimondo, con tantissimi alunni della scuola che hanno preso le difese di Mattia. La preside è rimasta ferma sulle sue posizioni, leggendo l'articolo 18 del regolamento d'istituto, firmato da lei e approvato dal consiglio d'istituto.

La norma prevede 'un abbigliamento consono e adeguato per l’ingresso a scuola. Stabilisce che non è consentito il possesso di piercing, orecchini, acconciature e pettinature che non garantiscano l’igiene personale e la salvaguardia di ambienti salubri'.

L'espulsione di Mattia, iscritto al quarto anno, ha generato un autentico caos, con tanto di intervento dei Carabinieri. Tra i più arrabbiati, il padre del diciottenne: 'Se ogni istituto applicasse il regolamento alla lettera, quanti ragazzi entrerebbero?'.

'E' incredibile. Come si può pensare di penalizzare i ragazzi per l'abbigliamento?', ha proseguito il padre di Mattia. Per adesso la preside resta inamovibile. Mattia non può entrare a scuola.

 

 

 

 

Caso Alberghiero di Arzachena contro i piercing. Parla Antonello Carbini, il papà del ragazzo allontanato da scuola per un piercing al naso. "I regolamenti vanno rispettati - dice il padre - a patto che valgano per tutti e che non si facciano discriminazioni".

Posted by Olbia.it - Il Giornale di Olbia on Saturday, September 26, 2015

 

Tags:

Commenti

Commenta Ha il piercing: la scuola lo espelle.
Utilizza FaceBook.