News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Serena De Domenico

Il media designer: quando un programmatore diventa un creativo

Intervista Luca Infante, docente Ied in Media Design

 

Professore, vuole spiegare ai nostri utenti di cosa si occupa in particolare un Media Designer?
La figura del Media Designer rappresenta un perno centrale della vita digitale. La professionalità acquisita dallo studente di media diviene elemento pulsante per varie materie ed attività. Il Media Designer è colui capace di coniugare l'arte della programmazione (web, per dispositivi mobili, fissi o installazioni) con la creatività e sopratutto con le altre risorse; lui oltre ad essere esperto di programmazione conosce gli altri media di conseguenza si pone come un perfetto ponte fra l'illustratore ed il lavoro finito, fra il grafico ed il lavoro finito, fra il sound designer ed il lavoro finito e fra tante altre situazioni. Per certi versi è paragonabile alla figura dell'artigiano delle botteghe rinascimentali; da un tronco di legno può creare un'intera libreria.

Che tipo di studente potrebbe  avere la stoffa per diventare un Media Designer?
Tutti coloro che hanno la passione e la voglia di creare. La programmazione non è più un cliché alla Holliwood ma rappresenta un'arte quasi da affrontare in maniera zen; tale affermazione potrebbe non piacere ad alcuni ma il Media Designer qui impara la difficoltà e la profondità dello sviluppo software e web ed al tempo stesso li fonde alla creatività e alle possibilità offerte dalle altre conoscenze acquisite.

Sicuramente parliamo di una professione attuale e innovativa, possiamo dire che il Media design  non teme la crisi?
Assolutamente no. Anzi nella maggioranza dei casi già durante il corso uno studente trova lavoro. Da Media  Design sono uscite eccellenti menti per il Mondo iOS, il Mondo Web o delle installazioni. Sono tre macrocategorie ma declinabili in tante sottocategorie; il successo finale dipende dalla voglia dello studente. Con la voglia, la passione e l'impegno può diventare tutto quello che vuole. In alcuni casi, le cosiddette perle rare, può racchiudere tutte le caratteristiche in se stesso (altro punto di forza del corso) mentre in altri casi al massimo richiede il "collegamento" con altre figure a lui "utili".

Quali sono  i settori in cui un Media Designer svolge un ruolo fondamentale?
Lo sviluppo web sia frontale che lato server. In sintesi nel web può diventare fondamentale sia per coloro che debbano creare un sito con forte impatto emotivo e di comunicazione ma anche per coloro che necessitano di un "motore" (lato server) performante e sopratutto usabile.
Anche in ambito iOS (estendibile ad altre piattaforme) rappresenta un cardine grazie alle capacità di programmatore unite alle conoscenze creative e di altri media.

Ci si può improvvisare Media Designer o è fondamentale una formazione specifica?
Dall'oggi al domani diventare Media Designer è possibile solo con tanta fatica, tanto impegno ed un pizzico di fortuna. Viceversa seguendo il corso si riesce a riassumere il tutto in un percorso di studi chiaro e preciso e delegare al resto della vita l'approfondimento ed il successivo miglioramento personale (sempre necessario).

E per accedere al corso Ied sono necessarie competenze pregresse.
Solo una mente elastica, il resto lo si acquisisce durante il corso grazie all'ottima calibrazione e gestione delle materie eseguita dai responsabili.

Infine, perché lei è diventato un media  designer e perché un giovane creativo dovrebbe  diventarlo ?
Per la sensazione, una volta perduta, tipica dell'artigiano della bottega rinascimentale. Poter sentire i desideri del cliente, scrivere numeri e parole e poi vederle diventare un app, un gioco, un sito o un installazione ha la capacità di fornire una soddisfazione difficilmente ottenibile in altri campi; anzi se posso aggiungere il lavoro di un media designer molte volte, dal protagonista, non viene visto come un lavoro ma come un gioco. Inutile sottolineare come tale situazione riesce a creare una situazione difficilmente ripetibile in altri settori lavorativi.

Commenti

Commenta Il media designer: quando un programmatore diventa un creativo.
Utilizza FaceBook.