News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Incediato il liceo Socrate di Roma

Fiamme al liceo Socrate - Erano le 5.50 del mattino, quando il custode del liceo Socrate di Roma, ha lanciato l'allarme: la scuola stava bruciando. Il pronto intervento delle squadre dei vigili del fuoco non ha potuto impedire che gran parte della scuola venisse distrutta dalle fiamme. 8 le aule totalmente distrutte.

Perchè? - Le indagini hanno evidenziato la natura dolosa del rogo. Chi ha incendiato la scuola ha commesso un vero e proprio atto criminale, qualunque sia il motivo che ha istigato il gesto. Attacare un'istutizione Sacra come la scuola è un gesto di inciviltà e vigliaccheria. Qualcuno dice che potrebbe essere stato uno studente bocciato per vendette, altri sostengono possa trattarsi dell'ennesimo atto «punitivo» contro un liceo i cui studenti si sono distinti per i loro lavori contro l'omofobia. Intanto le indagini proseguono e grazie alla videosorveglianza presto il colpevole o i colpevoli saranno puniti.

Preside: “Atto di terrorismo”  - «Un atto di terrorismo contro un’istituzione radicata». Così il preside del liceo Socrate di Roma, Vincenzo Rudi, definisce l’incendio doloso che ha distrutto otto aule dell’istituto. «È un attentato, quasi un atto di guerra - rincara il preside -. Può essere l’azione di uno sconsiderato, ma una cosa così non si improvvisa». Pensando anche ai vandalismi e alle scritte omofobe degli ultimi mesi, Rudi aggiunge: «Se la vicenda si fosse mantenuta al livello della dialettica politica, non si sarebbe arrivati a questo. Anche tra gli studenti l’aggressività finora si era espressa all’esterno della scuola». 

Gli studenti: “Hanno colpito tutti noi” - «È un attacco a tutti noi, al Socrate. E infatti stamattina vedo anche persone che non erano mai venute per le scritte omofobe e gli altri vandalismi», dice una ragazza all’esterno del liceo di Roma gravemente danneggiato da un incendio doloso. «Dobbiamo assolutamente fare qualcosa, ma tutti insieme», le risponde un compagno di classe, seduto davanti alla cancellata della scuola della Garbatella. «Ma a chi può venire in mente di bruciare una scuola, nel 2013, quando non ci sono soldi per costruire case e la gente le occupa? - dice un altro alunno del Socrate al microfono di una tv -. Mi fa una rabbia...». «Non c’è al momento un’ipotesi certa e non possiamo escluderne nessuna - ragiona Laura Notaro, che ha fatto la maturità’ quest’anno ed era nel Consiglio d’istituto -. Certo è stato colpito il Socrate come simbolo, per i progetti contro l’omofobia e per l’inclusione, per la diversità che facciamo.

Fonte: La Stampa

Commenti

Commenta Incediato il liceo Socrate di Roma.
Utilizza FaceBook.