News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Angela Ardizzone

Libri scolastici costosi, genitori costretti al prestito

L'anno scolastico è partito già in alcune regioni, gran parte degli studenti comincerà il 15 settembre, e infine in Puglia e Sicilia gli allievi di tutte le scuole dovranno ancora aspettare il 17 settembre per il loro primo giorno di scuola. E con l'inizio della scuola non mancano certo le spese: si calcola che, in media, per ogni studente si spenderanno circa mille euro tra libri scolastici, dizionari, diari, quaderni, zaini e così via. Più precisamente, secondo Federconsumatori, in media sono 506,50 euro i soldi spesi tra quaderni, diari, penne e altri accessori, e 529,5 euro per libri scolastici e dizionari, di più rispetto allo scorso anno. Non si tratta solo delle scuole superiori, ma sono state prese in considerazione anche le tre classi delle scuole medie. La spesa per le scuole medie è sicuramente inferiore, tuttavia non è una cifra da poco: un allievo di prima media spenderà per i libri scolastici circa 484 euro, mentre uno studente al primo anno delle scuole superiori ne spenderà circa 799. Tutto ciò nonostante il tetto di costo massimo di 400 euro annuo imposto per legge.

Genitori costretti al prestito per le spese scolastiche

Un costo decisamente troppo elevato, soprattutto se si pensa alla situazione critica in cui versano molte famiglie italiane in questo periodo, e ai loro sacrifici per arrivare a fine mese. Prestiti e finanziamenti sono aumentati negli ultimi anni, e sono tanti i genitori costretti a chiedere finanziamenti per sostenere le spese scolastiche per i propri figli. Basti pensare che, secondo i dati riportati dall'Osservatorio di Findomestic, nel 2013 il numero dei genitori costretti ad un prestito per i libri scolastici è stato pari all'1%: quest'anno invece, il numero sarà pari al 5%. 

Attenzione ai contratti dei finanziamenti

Nonostante l'urgenza della spesa, bisogna comunque stare attenti nello scegliere il finanziamento giusto, e leggere bene il contratto prima di decidere e firmare. Attenzione innanzitutto a capire a quanto ammonta il Taeg (tasso annuo effettivo globale), che a volte viene omesso nei contratti, nonostante sia obbligatorio specificarlo. Poi, vanno lette attentamente le clausole e bisogna fare attenzione alle polizze accessorie, per non ritrovarsi in seguito con brutte sorprese!

 

Commenti

Commenta Libri scolastici costosi, genitori costretti al prestito.
Utilizza FaceBook.