News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Migliori città in cui studiare: classifica 2016

MIGLIORI CITTA’ IN CUI STUDIARE: CLASSIFICA 2016. Quando si parla di orientamento universitario uno degli strumenti più gettonati è sempre stato e ancora è la classifica. I punteggi rendono più semplice, almeno all’apparenza, rispondere a domande come: dove andare se si vuole fare l’Università all’estero? Quali sono le città migliori per gli studenti? In realtà dietro la razionalità dei numeri si nasconde più di qualche insidia, ma da qualche parte bisognerà pur cominciare dato che scegliere un posto in cui passare molto tempo studiando e imparando una nuova lingua non è affatto cosa da poco. Proprio per questo abbiamo deciso di sottoporti la classifica delle migliori città al mondo in cui studiare, stilata da QS Top Universities, che classifica i centri urbani in base a varie caratteristiche come la qualità dell'insegnamento, il costo della vita, le possibilità di un impiego futuro in modo da darti uno strumento con cui iniziare ad orientarti.


UNIVERSITA’ ALL’ESTERO: DOVE ANDARE? Ecco dunque la lista delle prime 10 città in cui studiare, 10 grandi centri da prendere in considerazione (lingua e spostamenti permettendo!) quando si prende in considerazione l’idea di fare l’Università all’estero.
Parigi: nonostante i recenti attentati la capitale francese è ancora in cima, grazie all'elevatissima qualità delle sue università. Certo, Parigi è molto cara, ma il costo delle rette relativamente basso fa in modo da compensare le spese, per non parlare dello splendore della Ville Lumière e del suo carico di storia, arte e fascino eterno.
Melbourne: non tutti lo sanno, ma le università della città australiana, considerata la capitale culturale del Paese, sono di buon livello. Ma a ingolosire gli studenti sono sopratutto le spiagge magnifiche, la vita notturna e in generale il clima favoloso. La città è più artisticamente molto viva e ci sono tantissimi musei interessanti da visitare.
Tokyo: se vi piace il caos della città la capitale giapponese è la scelta migliore, essendo una delle aree urbane più popolose del pianeta. Le opportunità poi, se ci si dà da fare, non mancano affatto e non va dimenticata la grande sicurezza e l'atmosfera cosmopolita e futuristica che si respira. Certo, dovrete spendere non poco, ma ne vale la pena.
Sydney: ancora Australia, ma questa volta parliamo del suo centro finanziario ed economico e quindi luogo privilegiato per una carriera in questi settori. Se vi interessa vivere bene e avete un bisogno fisiologico di vedere il mare una volta al giorno Sydney è la città che fa per voi.
Londra: la capitale inglese dovrebbe trovarsi sul podio, se contasse solo la qualità dell'istruzione, ma il costo altissimo della vita fa un po' da zavorra. Inutile citare la presenza della City, il centro nevralgico della finanza mondiale, nonché l'altissima varietà a livello sociale che offre uno dei luoghi più importanti sulla faccia della Terra.
Singapore: piccola ma molto popolosa, Singapore è molto migliorata negli ultimi anni e a oggi è una delle città più sicure e industriose del pianeta. Molte aziende asiatiche poi sono interessatissime ai candidati che escono dalle sue università: un bonus che va considerato a fronte di un costo della vita parecchio alto (così come sono elevate anche le temperature).
Montreal: la pacifica città canadese è una delle più godibili e tranquille al mondo, e inoltre il suo essere fondamentalmente francofona in una nazione anglofona le dona un'aria chic che non ha pari. Adatta a tutti gli appassionati di musica grazie ai tantissimi festival organizzati, Montreal è ancora un crocevia di culture a causa delle tante etnie differenti.
Hong Kong: affascinante nel suo mix di cultura anglosassone e cinese, la piccola città portuale è una delle più affollate al mondo, il che vuol dire che i costi degli affitti sono alle stelle, mentre per tutto il resto è molto economica. Hong Kong è particolarmente consigliata per le persone dinamiche a cui piace vivere immerse in un brusio continuo.
Berlino: la capitale tedesca è la città europea più cool del momento con le sue feste, nonché tra le più economiche tra rette particolarmente basse e gli affitti abbordabili. I più temono le difficoltà della lingua, ma ormai le università locali offrono interi corsi di studio in inglese. Ed è poi sotto gli occhi di tutti il momento felici dell'economia tedesca rispetto al resto del continente.
Seoul: soprannominata “la città che non dorme mai”, la capitale sudcoreana è uno dei luoghi in più rapida espansione del mondo, ma mantiene intatto anche il senso della tradizione, con i suoi tanti templi buddhisti, nonché l'amore per la natura (le montagne sono a due passi dal confine cittadino).

CLASSIFICA UNIVERSITA’: TUTTE QUELLE PER L’ORIENTAMENTO DI QUEST’ANNO. Cerchi altre classifiche per l’orientamento universitario? Ecco quelle che abbiamo raccolto per te:

Commenti

Commenta Migliori città in cui studiare: classifica 2016.
Utilizza FaceBook.