News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Nadine S.

Profumo: “Investire negli istituti tecnici”

Gli istituti tecnici - Il ministro dell’Istruzione Francesco Profumo non ha dubbi: bisogna sostenere con maggiore forza gli istituti tecnici. Profumo chiede “un grande investimento nella formazione tecnico-professionale, sia a livello di scuola superiore, sia a livello di percorsi post diploma”, confermando quindi le idee di chi l’ha preceduto, cioè di Mariastella Gelmini. Perché c’è un dato che non può più essere ignorato: le iscrizioni in questo tipo di scuola sono in aumento. Basti guardare cosa accade in Lombardia, una fra le regioni economicamente più sviluppate del Paese: i percorsi di istruzione e formazione professionale sono passati dal 17,1 per cento dello scorso anno al 18,6 per cento. E questa crescita è stata resa possibile anche da un finanziamento regionale di circa 173 milioni di euro.

Cosa serve, secondo te, per migliorare l'istituto tecnico in Italia?
Hai già votato!
  •  45.3%
  •  33.2%
  •  14.3%
  •  7.2%

Investire è fondamentale - Ed è proprio da qui che parte Profumo, cioè dalla necessità di mettere più denaro sul piatto. “Rispetto ad altri Paesi europei con cui ci confrontiamo in termini competitivi come la Germania - sottolinea - siamo molto in ritardo, sia dal punto di vista dei numeri, perché abbiamo un eccesso di studenti che seguono un percorso liceale, sia in termini di sistema di relazioni tra scuola e realtà socio-economica”.

Dalla teoria alla pratica - Occorre dunque intervenire per migliorare il collegamento tra la parte teorica e la parte di laboratorio, soprattutto – appunto – negli istituti tecnici. Secondo il Ministro, inoltre, “gli studenti devono lavorare su sistemi e apparecchiature moderne”. E poi è necessario rafforzare “la connessione tra scuola e azienda”, in modo da rendere più facile l’ingresso nel mondo del lavoro. A tal proposito, il nuovo Governo ha stabilito la creazione di poli tecnici professionali partendo dai 59 istituti tecnici avviati lo scorso anno: “C’è una grande attenzione da parte delle imprese nei confronti dei 59 Istituti Tecnici Superiori, è questa la strada da seguire per offrire opportunità ai nostri giovani”, assicura il sottosegretario all’Istruzione Elena Ugolini.

Commenti

Commenta Profumo: “Investire negli istituti tecnici”.
Utilizza FaceBook.