News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Angela Ardizzone

Riforma Scuola: la Commissione ha approvato il testo

I lavori al ddl riforma scuola procedono molto velocemente, rispettando la tabella di marcia stilata per affrettare i tempi. Come era stato previsto, si sono concluse le discussioni riguardanti gli emendamenti, e la VII Commissione Cultura ha dato il via alla riforma scuola. Tuttavia, se gli addetti ai lavori si sono ritenuti soddisfatti, l'opposizione sostiene che il testo definitivo sia addirittura peggiore di quello iniziale. In particolare, non si è tenuto minimamente in considerazione lo sciopero del 5 maggio, che ha coinvolto circa 500 mila persone. Se il governo non ha proprio considerato una manifestazione del genere, come possiamo ritenere il nostro un sistema democratico?


 

Riforma scuola: ecco cosa prevede il testo

Polemiche a parte, la riforma scuola e gli emendamenti sono stati approvati, emendamenti che però non hanno inciso in modo profondo sul testo iniziale, ma hanno semplicemente ritoccato alcune parti del testo. 

In particolare, si era discusso sul ruolo dei dirigenti scolastici, in quanto il testo iniziale di riforma scuola ne aveva aumentato i poteri, dando loro piena facoltà di scelta nel campo delle assunzioni. Tutto ciò però è rimasto: i presidi sceglierenno tra docenti che si autocandideranno, e, se lo riterranno opportuno, potranno destinarli ad una classe di concorso loro affine. 

Invariata inoltre rimane la mobilità degli insegnanti all'interno di una rete di scuole presenti in una porzione di territorio abbastanza vasta. Ciò porterà ad avere un orario frammentato, diviso tra scuole e attività diverse. 

Riguardo le assunzioni, oltre a quelle previste per i precari entro il 1° settembre 2015, sono stati presi in considerazione anche coloro che hanno superato il concorso scuola del 2012, mentre sarà indetto un nuovo concorso per il 2015, a cui però potranno partecipare solo gli abilitati. E per i non abilitati? si attende un nuovo corso abilitante, che sarà bandito intorno al 1° ottobre 2015. 
 

Riforma scuola: i prossimi appuntamenti

Terminata la discussione alla VII Commissione Cultura, il testo passerà alla Camera per l'approvazione definitiva entro il 19 maggio 2015. Probabilmente, il premier chiederà la fiducia, in modo da accelerare i tempi e procedere con i passaggi successivi.

Commenti

Commenta Riforma Scuola: la Commissione ha approvato il testo.
Utilizza FaceBook.