News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Angela Ardizzone

Riforma Scuola: ultime indiscrezioni

Il 22 febbraio, in occasione del primo anniversario del Governo Renzi, verrà presentato ufficialmente il nuovo programma della Riforma Scuola. Sono mesi ormai che si parla di Riforma Scuola, tra consultazione online del testo La Buona scuola e dibattiti più o meno costruttivi, e finalmente alla fine di questo mese potremo sapere con sicurezza cosa accadrà alla scuola italiana. Nel frattempo stanno iniziando a trapelare alcune indiscrezioni riguardanti studenti, insegnanti e vita scolastica: ecco di cosa si tratta.


Riforma Scuola: l'appuntamento ufficiale

Il programma ufficiale di Riforma Scuola verrà presentato il 22 febbraio presso il Tempio di Adriano a Roma, rivisto e corretto in base ai suggerimenti pervenuti nel corso dei due mesi di consultazione. Conosciamo anche il nome dell'evento: "La scuola che cambia, cambia l'Italia".
 

Riforma Scuola: ecco le novità

Secondo quanto dice l'Ansa, il piano di Riforma Scuola sarà composto da 3 grandi capitoli: studenti, insegnanti, vita scolastica.

Insegnanti

Riguardo gli insegnanti, già dal prossimo anno sono previste circa 140 mila assunzioni e ci sarà un nuovo concorso per docenti, per cui, a detta del ministro, avremo professori più giovani, e nel 2025 la media sarà scesa di 3-4 anni. Verranno rivisti gli scatti di carriera e anzianità, gli aggiornamenti e le valutazioni.

Studenti e vita scolastica

Cosa dovranno aspettarsi gli studenti da questa Riforma Scuola? Sicuramente saranno rivisti i programmi scolastici e ci saranno modifiche riguardo le materie da studiare. L'ultima riforma infatti risale al ministro Gelmini (2008), per cui è necessario rivedere un po' tutti i campi della vita scolastica. In quarta e quinta elementare, oltre a musica ed educazione fisica con insegnanti specialisti, ci saranno insegnanti che, insieme alle maestre spiegheranno una materia in inglese (il cosiddetto Clil). In terza e quarta superiore invece verrà introdotta un'ora di economia.

Saranno riformati inoltre gli organi collegiali, e soprattutto ci saranno un “testo unico per la scuola, un'eventuale riforma dei cicli e con buona probabilità anche la riforma della scuola dell'infanzia recependo il disegno di legge sul sistema integrato per l'infanzia, prima firmataria Francesca Puglisi, che prevede l'estensione dell'educazione prescolare dai tre mesi ai sei anni su tutto il territorio nazionale”.

Commenti

Commenta Riforma Scuola: ultime indiscrezioni.
Utilizza FaceBook.