News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Scuola ed estero, insegnanti italiani bocciati

Se l'internazionalità fosse una disciplina, allora la scuola italiana sarebbe senz'altro bocciata. A dirlo sono gli stessi professori, interpellati dal progetto 'Intercultura', promosso dall'Osservatorio nazionale sull'internazionalizzazione delle scuole italiane e la mobilità studentesca.

Il voto insufficiente (un 5 generale) deriva dalla scarsa preparazione dei docenti in fatto di lingue straniere (il 60% non conosce l'inglese), dalla scarsa accoglienza verso gli studenti stranieri (i prof si danno un 5,8, la qualità dell'insegnamento delle lingue straniere (5,4), la partecipazione a programmi internazionali (4,9).

Ma la pecca più grave, ripetiamo, riguarda la mancata consocenza delle lingue straniere da parte degli insegnanti non di lingua madre. Il voto è un severo 4,2. Va dato atto dell'onestà intellettuale dei professori, il 57% dei quali ammette di avere in tal senso poche competenze.

I presidi, invece, tendono a difendere il lavoro della propria scuola (un po' a suonarsela ed a cantarsela da soli) assegnandosi un voto alto: il 67% si dà un giudizio che va tra il 7 ed il 10.

Decisamente esagerato, soprattutto se si considera quel che hanno dichiarato i prof. Gli studenti, dal canto loro, mostrano una predisposizione all'estero che i loro insegnati neanche si sognano: +109% di adesioni a progetti internazionali dal 2009 ad oggi.

I dati sono stati elaborati da Ipsos. Lo studio, che è stato consegnato al Ministro dell'Istruzione Università e Ricerca, è stato effettuato tra marzo e giugno scorsi ed ha coinvolto 480 docenti e 63 dirigenti scolastici.

Tags:

Commenti

Commenta Scuola ed estero, insegnanti italiani bocciati.
Utilizza FaceBook.