News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Simulazione Test Architettura 2016: come prepararsi ai quesiti di disegno e rappresentazione

SIMULAZIONE TEST ARCHITETTURA 2016: QUESITI DI DISEGNO E RAPPRESENTAZIONE.  Stai cercando dei consigli per lo studio e delle simulazioni online per prepararti al test d’ingresso 2016? Allora sei nel posto giusto. Come ormai saprai, Architettura è una facoltà ad accesso programmato e quindi, per entrare, dovrai affrontare una prova d’ingresso stabilita dal Miur. Il Ministero dell’Istruzione, infatti, decide ogni anno date, procedure per iscriversi, struttura del test, domande e argomenti, punteggi, numero di posti disponibili, funzionamento della graduatoria nazionale e scorrimenti delle facoltà a numero chiuso. Se stai iniziando a preparati per il test di architettura e ti preoccupano in particolare i quesiti di disegno e rappresentazione, continua a leggere: noi della redazione di Studentville ti daremo consigli per lo studio e per esercitarti in vista della prova.
Ecco le risorse per allenarsi: Simulazioni test architettura 2016

Per approfondire, leggi anche: Test ingresso Architettura 2016: il bando e tieni d'occhio le Soluzioni Test Architettura 2016: risposte esatte alle domande

TEST ARCHITETTURA 2016: DOMANDE. L’8 settembre dovrai affrontare il test d’ingresso ad Architettura. La prova consiste in sessanta domande che presentano cinque opzioni di risposta, tra cui dovrai individuare l’unica corretta. Il test è così strutturato:

  • 2 quesiti di cultura generale
  • 20 quesiti di ragionamento logico
  • 16 quesiti di storia
  • 10 quesiti di disegno e rappresentazione
  • 12 quesiti di fisica e matematica

Il test d’ingresso inizierà alle 11:00 avrà una durata di 100 minuti. Negli Atenei in cui si tengono i corsi di Architettura in inglese, la prova sarà somministrata in questa lingua straniera e avrà una durata di 100 minuti.

Ogni risposta esatta vale 1,5 punti, ogni risposta non data 0 punti e ogni risposta sbagliata -0,4 punti. Il punteggio massimo è quindi 90 e il Miur ha anche fissato un punteggio minimo per accedere alla graduatoria nazionale: se totalizzerai almeno 20 punti sarai considerato idoneo e inserito nella graduatoria, altrimenti sarai escluso.

Potrebbe interessarti anche: Domande test ingresso Architettura 2016

TEST ARCHITETTURA 2016: QUESITI DI DISEGNO E RAPPRESENTAZIONE. Come abbiamo visto, i quesiti di disegno e rappresentazione saranno 10. Il primo passo nella preparazione alla prova è senz’altro quello di capire quali sono gli argomenti da studiare e iniziare con il ripasso teorico.
Le domande di disegno e rappresentazione, a scelta multipla, si basano sugli argomenti dei Programmi Ministeriali per le scuole secondarie di secondo grado. In particolare il test valuterà la capacità di analizzare grafici, disegni, e rappresentazioni iconiche o termini di corrispondenza rispetto all’oggetto rappresentato.
Nello specifico lo studente dovrà:

  • convertire i dati grafici in un'altra forma di rappresentazione;
  • identificare la scala dei disegni;
  • utilizzare oggetti tridimensionali disegnati e determinare il
  • posizionamento spaziale;
  • identificare i tipi di sistemi di disegno;
  • determinare l’orientamento di edifici con l'aiuto di ombre e mappe;
  • alternare i diversi sistemi di disegno per determinare le visuali;
  • identificare le visuali degli oggetti attraverso la rotazione

Viene inoltre richiesto che si abbia padronanza di nozioni elementari relative alla rappresentazione, come:

  • piante e prospetti;
  • assonometria: isometria esplosa, sezione isometrica, prospettiva, ortografia;
  • forme geometriche bidimensionali: ellisse, parabola, circonferenza, esagono, ecc.;
  • forme geometriche tridimensionali: cuboidi, sfere, cilindri, coni, ecc.;
  • lettura della mappa: misura, scala, orientamento, prospetti, ecc.

Le domande possono presentarsi in forma testuale o grafica.

Vuoi sapere cosa studiare per la prova? Leggi: Test Architettura 2016: cosa studiare

SIMULAZIONE TEST ARCHITETTURA 2016: COME UTILIZZARLE PER I QUESITI DI DISEGNO. Le simulazioni del test di architettura e le prove degli anni precedenti sono strumenti molto utili perché sono la riproduzione più fedele al test che dovrai affrontare a settembre. In particolar modo, sono fondamentali per la preparazione ai quesiti di disegno e raffigurazione, per capire che tipo di domande troverai nella prova ufficiale. Una volta che avrai ripassato e approfondito le tematiche riportate nel paragrafo precedente, potrai iniziare a esercitarti con le simulazioni.
Ecco alcuni consigli generali sull’utilizzo delle simulazioni:

  • Prova a svolgere le simulazioni nello stesso tempo che avrai a disposizione il giorno del test.
  • Rispondi subito a tutti i quesiti di cui conosci la risposta esatta. Non stare a perdere tempo su domande che non conosci o su cui hai troppi dubbi: meglio una risposta non data che una sbagliata.
  • Una volta che hai svolto la simulazione, controlla le risposte esatte e quelle sbagliate e capisci il motivo del tuo errore.
  • Ripeti più volte il test per memorizzare domande e risposte esatte: potrai trovare domande simili o quasi uguali nel test ufficiale!

Per la parte specifica relativa ai quesiti di disegno e rappresentazione:

  • Per ogni quesito chiediti quali sono le conclusioni arbitrarie o meno probabili: saranno quelle errate.
  • In caso di domande su piante e prospettive con varie disegni tra cui scegliere, per trovare la risposta esatta parti cercando la visuale più semplice tra quelle date. Questo aiuterà nell’orientarsi nella risposta giusta. Procedi poi con il controllare se gli altri abbinamenti corrispondono.
  • Quando devi confrontare delle prospettive della stessa figura, rappresentate in due scale diverse, parti ragionando su quale dei disegni è maggiormente ridotto rispetto all’altro e che quindi ha una scala più grande dell’altro. Ad esempio: tra due disegni A e B, se il disegno B è ridotto in scala più di A vuol dire che A deve avere una scala più piccola di B. In questa maniera, potrai iniziare eliminando quelle risposte in cui A ha una scala maggiore a B.
  • Se invece devi trovare quali oggetti tridimensionali combaciano tra loro, hai bisogno di un occhio allenato e di procedere con una ricerca metodica: analizzando il profilo esterno e interno della figura, cerca di capire quella che si adatta di più e poi passa a una verifica più approfondita per assicurarti che le misure siano corrette.

SIMULAZIONE TEST ARCHITETTURA 2016: LE PROVE DEGLI ANNI PRECEDENTI. Una volta ripassata la teoria, non ti resta che fare tanto esercizio con simulazioni e prove degli anni precedenti:

TEST ARCHITETTURA 2016: TUTTO SULLA PROVA. Vuoi prepararti al meglio per affrontare il test d’ingresso d’Architettura? Allora consulta tutte le nostre risorse:

Commenti

Commenta Simulazione Test Architettura 2016: come prepararsi ai quesiti di disegno e rappresentazione.
Utilizza FaceBook.