News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Angela Ardizzone

Stefania Giannini: Maturità nuova dal 2015, sì al numero programmato

Il ministro Stefania Giannini risponde ad alcune delle migliaia di domande inviate dai lettori durante il Videoforum di Repubblica TV. Le domande, tantissime, riguardano in particolare la riforma scolastica, la Maturità 2015, i Quota 96, il test di medicina, i tagli alla Ricerca e il TFA. Tra risposte vaghe e riaffermazioni delle proposte già esposte in precedenza, Stefania Giannini ha cercato di fornire un quadro completo di quella che sarà la nuova forma di tutto il mondo dell'istruzione.

Novità Maturità 2015

I dubbi sulla maturità riguardano principalmente l'avvio delle riforme: a partire dalla Maturità 2015 oppure dall'anno prossimo? Stefania Giannini allora afferma che tra qualche settimana si deciderà tutto e sarà tutto pronto per la Maturità 2015. Un dato sicuro è che la Commissione sarà tutta interna, in quanto ciò è coerente con il nostro sistema che vede nell'Esame di Stato una sintesi di un intero percorso di studi, e non un esame selettivo. Inoltre, eliminando la Commissione esterna ci sarà un risparmio maggiore.

Consultazione sulla Buona Scuola

A poche ore ormai dallo sciopero del 10 ottobre, che vedrà protaginisti insegnanti e allievi, si parla anche della Consultazione online riguardo la riforma scolastica. Stefania Giannini afferma che la riforma sarà effettuata in pieno processo democratico, poiché il dibattito coinvolge tutto il Paese, e si legifererà solo dopo aver ascoltato il parere del popolo.

Autonomia delle scuole

Il ministro ribadisce che le scuole saranno più autonome, avranno un ampio organico interno da gestire, e potranno decidere se rimanere aperte anche in estate per i genitori che lavorano e non possono badare ai figli.

Tagli alla ricerca?

Si vocifera da giorni sui tagli alla ricerca: anche in questo caso il ministro è stato vago, tuttavia si troverà una soluzione al precariato nella ricerca, non con grossi tagli, ma cercando di eliminare i costi aggiuntivi in generale, non solo nella Ricerca.

Insegnanti: TFA, Supplenze e Quota 96

E per quanto riguarda gli insegnanti? Partiamo dall'abilitazione all'insegnamento: il ministro Giannini sta pensando di eliminare il TFA sostituendolo con una laurea abilitante. Per i già abilitati, ci sarà un concorso nel 2015, con circa 40 mila assunzioni nel 2016, in modo da regolarizzare il flusso e renderlo continuo. La III fascia delle Graduatorie d'Istituto sarà eliminata, ma essi potranno partecipare all'imminente concorso. Riguardo i Quota 96 invece la Giannini è stata molto vaga: al momento non si parla di nessun pensionamento, ed essi rientreranno nell'organico scolastico con mansioni più leggere.

Numero chiuso sì

Il test di medicina sarà abolito, ma il numero chiuso rimarrà, in quanto bisogna attenersi al numero programmato stabilito. Sarà adottato il modello francese, ma le modalità sono tutte da vedere: selezione dopo il primo anno, non si sa se attraverso il rendimento o un esame di sbarramento.

 

Commenti

Commenta Stefania Giannini: Maturità nuova dal 2015, sì al numero programmato.
Utilizza FaceBook.