News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Superluna 2016, ecco come fotografarla

Questa sera tutti con il naso all'insù per osservare la Superluna, l'evento astronomico più atteso dell'anno. Il satellite della Terra si avvicinerà ad 'appena' 363.000 km, segnando così, sulla sua orbita, la distanza minima dal nostro pianeta.

L'ultima Superluna, termine coniato nel 1979 dell'astrologo Richard Nolle, si verificò nel 1948, la prossima avverrà nel 2034. La Superluna, nel periodo autunno/inverno, è più luminosa perché in dicembre il nostro pianeta raggiunge il punto minimo di distanza dal Sole: la forza di gravità attira maggiormente la Luna alla Terra, facendocela sembrare, così, gigantesca.

Chi non vuole aspettare altri 18 anni per vederne una simile (Annualmente la Luna si allontana di 3,8 cm dalla Terra) non può non fotografarla. Ecco allora i segreti per realizzare lo scatto perfetto.

La SuperLuna passa proprio sopra le nostre. Sì, ma quando di preciso? Ecco delle app che ne segna il tracciato e permette di sapere il momento in cui sarà a protata di click perfetto: The Photographer’s Ephemeris e Sun surveyor.

Secondo consiglio. Munirsi di treppiede e, spiega l'astrofotografo Ivan Pedretti al Corriere, un tele 70-200 o 400mm. L'uso di un telecomando o dell'autoscatto a due secondi eliminerà il rischio di vibrazioni.

Pedretti spiega che lo scatto migliore viene prodotto da una apertura a f8 e di non salire oltre i 400. Come settare la macchina? L'ideale è la modalità RAW non compresso con profilo neutro e bilanciamento del bianco automatico.

Per quanto riguarda il fuoco, ok sia l'autofocus che il manuale. "Lo scatto va però subito visto, per capire se  è effettivamente a fuoco".

La Superluna va inoltre fotografata quando "è appena sorta, per averla bassa e quindi alle spalle di edifici scelti per scattarla".

 

 

 

Commenti

Commenta Superluna 2016, ecco come fotografarla.
Utilizza FaceBook.