News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Svenimento indotto per saltare la scuola: è già allarme

Il flash  indiano - Lo svenimento indotto è tra le scuse per non andare a scuola la più stupida e pericolosa. Conosciuto anche come flash indiano, è una pratica che si sta diffondendo tra gli studenti italiani, tanto da allarmare genitori e istituzioni. Dalle scuole milanesi, da dove è scattato l'allarme, sono partite le prime circolari per avvisare le famiglie dei rischi della pratica made in USA, gravissimi e in alcuni casi irreversibili. Perchè il flash indiano può essere anche letale.

Lo svenimento indotto e i suoi rischi  -  Il "gioco" consiste nel provocarsi un breve momento di stordimento con l'obbiettivo di sballarsi o convincere i genitori di un malessere per non andare a scuola, a seconda che il flash indiano venga praicato in gruppo o da soli. Si respira velocemente per andare in iperventilazione, quindi si trattiene il fiato e si blocca l'ossigeno al cervello premendo sulla carotide. A questo punto si sviene per un paio di secondi. Svenire  però non è un gioco da ragazzi, e questo non è solo un gioco di parole, perchè i rischi dell'iperventilazione sono gravissimi. Lo svenimento indotto può infatti causare crisi epilettiche, tremori, spasmi, amnesia, danni irreversibili al cervello, demenza, coma e anche la morte.

Il gioco mortale dagli USA in Italia -  Il flash indiano è un fenomeno importato dagli Stati Uniti, dove la pratica è nota come “space monkey” o “funky chicken”, e dove dal 1994 ha provocato 544 vittime. Ma la conta dei morti non accenna a diminuire se il numero di ragazzi che si dilettano in questa stupida e rischiosa pratica non smette di crescere. Intanto i video presenti su Youtube dimostrano il contrario: ditigando la parola flash indiano, infatti, appaiono 156mila risultati italiani. 

 

Ma vale davvero la pena rischiare la vita per perdere un giorno di scuola?

Commenti

Commenta Svenimento indotto per saltare la scuola: è già allarme.
Utilizza FaceBook.