News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Test Medicina 2016: come esprimere le preferenze

TEST MEDICINA 2016: LE PREFERENZE. È già tempo di iscriversi al test d’ingresso 2016 se hai intenzione di frequentare Medicina e Chirurgia. Come saprai, questa una facoltà è ad accesso programmato a livello nazionale, quindi il numero chiuso viene gestito direttamente del Miur che la scorsa settimana ha pubblicato il relativo bando con tutte le informazioni inerenti la struttura della prova, i punteggi, i posti disponibili, le graduatorie ma anche le modalità d’iscrizione al test. Nella fase di presentazione domanda dovrai anche esprimere le preferenze, cioè indicare quali sono le sedi in cui vorresti andare a studiare medicina, ordinate a partire dalla tua prima scelta. Esprimere le preferenze non è così banale e se sei ancora incerto su quali atenei scegliere, in quest’articolo cercheremo di aiutarti, spiegandoti quanto sono importanti, perché e dandoti qualche consiglio su come effettuare la selezione.

Leggi anche:
Simulazioni Test Medicina 2016
Test medicina 2016: il bando del Miur

TEST MEDICINA 2016: INDICARE LE PREFERENZE. Come accennato in precedenza, le preferenze vanno indicate al momento in cui presenti la domanda d’iscrizione al test d’ingresso per medicina. Attenzione perché le iscrizioni sono già aperte dal 4 luglio e avrai tempo di presentare la domanda fino a martedì 26 luglio 2016 alle ore 15:00. La domanda va compilata online tramite il portale Universitaly e oltre ai vari dati anagrafici dovrai inserire, in ordine di preferenza, le sedi presso cui vorresti andare a studiare. La scelta e l’ordine di preferenza sono importanti sia perché sono irrevocabili e non integrabili dopo le 15:00 del 26 luglio 2016 sia perché dovrai andare a sostenere il test nella facoltà indicata come prima scelta.

Troverai ulteriori informazioni leggendo qui: Test Medicina 2016: come iscriversi

NUMERO CHIUSO: LA GRADUATORIA NAZIONALE. Per medicina viene pubblicata una sola graduatoria a livello nazionale, il che significa che chi occupa la prima posizione è stato il più bravo d’Italia nel sostenere il test d’ingresso. In caso di parità di punteggio tra candidati, il Miur ha deciso di attribuire, per medicina, più valore ai punteggi ottenuti nei quesiti di ragionamento logico e poi in ordine decrescente alle domande di cultura generale, biologia, chimica, fisica e matematica. Se due o più candidati hanno anche in questo caso ottenuto lo stesso punteggio, si dà la priorità al candidato anagraficamente più giovane. Se si totalizzano meno di 20 punti non si è considerati idonei e non si può accedere alla graduatoria. A questo punto entrano in gioco le preferenze: grazie alle indicazioni da te date in sede d’iscrizione al test, non potrai essere dirottato su università più in basso nella tua classifica di preferenza se avrai ottenuto un punteggio che ti permette di accedere a un’altra sede da te preferita. Ricordati, però, che il punteggio prevale sulla preferenza: se ad esempio A ha ottenuto un punteggio che le permette di accedere alla sede indicata da lei come terza preferenza e B ha ottenuto un punteggio inferiore per la stessa università da lui indicata come prima scelta, il candidato a cui viene data la precedenza è comunque A.

Per approfondire leggi anche: Test medicina 2016: come funziona la graduatoria

NUMERO CHIUSO: DIFFERENZA TRA ASSEGNATO E PRENOTATO. In base alla graduatoria, troverete anche che il tuo posto può risultare “assegnato”, “prenotato” o “idoneo”. È assegnato chi è riuscito a ottenere un punteggio tale che gli/le permetta di accedere all’Ateneo di sua prima scelta: in questo caso il candidato dovrà immatricolarsi entro 4 giorni (esclusi sabato, domenica e festivi) al corso a cui è assegnato, pena l’esclusione dalla graduatoria. Chi non è riuscito a entrare nella sede di prima scelta ma in un’altra successiva inserita nelle sue liste di preferenze è considerato prenotato: in questo caso si potrà decidere di immatricolarsi entro 4 giorni nella sede indicata oppure aspettare lo scorrimento di graduatoria per vedere se ci sono state persone che hanno rifiutato o non si sono immatricolate nei tempi previsti in uno degli atenei più in alto nelle nostre preferenze  - in questo caso dovrai confermare l’interesse all’immatricolazione nell’area riservata dal sito Universitaly. È idoneo, invece, chi ha superato i 20 punti ma si trova in basso nella graduatoria: in questo caso si può solo aspettare e vedere se si liberano tanti posti.

Per conoscere il numero di posti disponibili: Test medicina 2016: posti disponibili

TEST MEDICINA 2016: COME SCEGLIERE LE SEDI. Come abbiamo visto, quindi, le preferenze sono fondamentali ed è bene sceglierle con cura. Ecco alcuni consigli:
La distanza. Un primo fattore da considerare è che dovrai andare a sostenere la prova nella sede di tua prima scelta: valuta quindi la distanza da casa tua e se hai la possibilità di andare in trasferta nei giorni del test d’ingresso. La possibilità di spostarti da casa è un altro elemento importante da considerare: vivere lontani da casa, oltre all’impegno economico, comporta di sapere gestire la propria vita autonomamente e che passerai gran parte dell’anno diviso da famiglia e amici di sempre. Se non sei pronto a questo passo, valuta di considerare università più vicine a casa.
I punteggi minimi per entrare nella varie facoltà di Medicina. Ogni anno vengono pubblicati i punteggi minimi che sono stati necessari per entrare in ogni facoltà di Medicina. Indicare come prima scelta un’università il cui punteggio d’ingresso è stato in passato sempre molto alto, ti garantisce da un lato che l’ateneo in questione abbia uno standard molto elevato, ma allo stesso tempo sarà probabilmente molto più difficile entrarvi.
I posti disponibili. Nel bando del Miur sono indicati tutti i posti disponibili per ciascun ateneo: ovviamente dove i posti sono maggiori, le possibilità di entrare aumentano. D’altro canto, però, meno posti significa generalmente una maggiore attenzione ai singoli studenti da parte dei professori, che potranno essere seguiti più da vicino.
La classifica della migliori università italiane. Studiare in una facoltà di medicina rinomata è sicuramente un modo per garantirsi una buonissima preparazione e migliori sbocchi professionali. Tuttavia, gli standard saranno molto elevati così come la competizione sarà agguerrita.
I costi delle università. Non tutte le università hanno gli stessi costi, quindi prima di fare domanda dai un’occhiata alle tasse universitarie richieste per evitare di rinunciare successivamente a causa delle tasse troppo elevate.

Vedi anche: Test medicina 2016: posti disponibili in calo?

TEST MEDICINA 2016. Se vuoi sostenere il test d’ingresso a medicina, preparati al meglio consultando tutte le nostre risorse:

Commenti

Commenta Test Medicina 2016: come esprimere le preferenze.
Utilizza FaceBook.