News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Angela Ardizzone

Test Specializzazioni Medicina: pronti i ricorsi

Scopri gli ultimissimi aggiornamenti sul Test di Medicina 2016:


Non proprio cominciati nel migliore dei modi, i tanto osannati Test Specializzazioni Medicina nazionali sono finiti nel baratro del caos. L'errore del Cineca, il quale ha invertito le 30 domande dell'area medica e dell'area dei servizi clinici, sarà ripagato con circa 6 mila ricorsi al Tar. I candidati lo avevano già annunciato subito dopo i Test Specializzazioni medicina, e l'avevano ribatito davanti al Miur. Adesso, gli aspiranti specializzandi passano ai fatti, presentando al Tar 6 mila ricorsi, 500 già messi nero sul bianco.

Test Specializzazioni Medicina: l'errore del Cineca

I Test Specializzazioni Medicina nazionali sono stati pensati per eliminare definitivamente le baronie universitari, cercando di garantire la massima trasparenza della prova. Tuttavia, le cose non sono andate per il verso giusto, e dopo l'errore si è pensato di rimediare con l'annullamento dei Test Specializzazioni Medicina, poi, per fortuna, si è trovata una soluzione alternativa. Stefania Giannini ha riunito la Commissione nazionale incaricata di validare i quiz. In seguito ad un'attenta analisi dei test Specializzazioni Medicina dell'Area Medica e dell'Area dei Servizi Clinici, la Commissione ha ritenuto, per entrambe, valide ai fini della selezione 28 domande su 30. Infatti, la maggior parte dei settori scientifico-disciplinari è comune ad entrambe le aree. Successivamente, con un confronto avuto con l'Avvocatura dello Stato e il verbale della Commissione, si è deciso di ricalcolare il punteggio dei candidati, eliminando le due domande non comuni alle due aree.

Ricorsi test specializzazioni medicina: le motivazioni

Ciò però non è bastato, e l'Unione degli studenti universitari insieme alla Cgil Medici sta organizzando un maxi ricorso, con la richiesta di ammettere in sovrannumero tutti i candidati esclusi dalla graduatoria, più di 6 mila. Gli aspiranti specializzandi continuano poi a chiedere le dimissioni del ministro Giannini, ritenendola responsabile del fallimento della prova quanto in Cineca. Sul web circolano foto che dimostrano come le prove non siano state svolte seguendo i criteri di controllo stabiliti. Le foto sono state scattate con lo smartphone, che ha inquadrato perfettamente lo schermo del computer con tutte le domande leggibili, dunque i controlli non sono stati effettuati a dovere. Inoltre, le graduatorie sono state formate calcolando i punteggi in trentesimi, quando invece si era deciso di eliminare le due domande dell'area medica e dell'area dei servizi clinici, per cui il punteggio massimo sarebbe dovuto essere 28/28. Infine, alcune domande somministrate il 28 ottobre erano state già utilizzate in prove precedenti e altre erano sbagliate anche nel blocco delle 10 domande specifiche per ogni area. 

Commenti

Commenta Test Specializzazioni Medicina: pronti i ricorsi.
Utilizza FaceBook.