News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Università, Parma e Milano con le tasse minime più care

L’Onf, l'Osservatorio nazionale Federconsumatori, ha fotografato la situazione tributi nelle università italiane. Le tasse universitarie permangono piuttosto stabili, crescono di poco, ma restano care, specie nel nord-Italia.

Lo studio ha coinvolto un totale di 18 università situate in 9 regioni. La I, la II e la III fascia hanno subito un leggero calo, mentre le ultime due fasce di reddito sono in aumento.

Le università del nord sono le più care: +16,79% rispetto a quelle del sud e +15,47% rispetto alla media nazionale.

L'università più cara è quella di Parma, dove, se si tengono presenti la fascia minima di reddito, occorrono 736,68 euro per le facoltà umanistiche e 852,5 euro per quelle scientifiche.

Segue l’Università di Milano (711 euro per le facoltà umanistiche e 788 euro per le facoltà scientifiche).

Va molto meglio a Bari e Bologna, le università meno care: per le prime fasce, a   Bologna servono 159 euro e a  Bari 296 euro. 

Lo studio è consultabile al seguente link: http://www.federconsumatori.it/ShowDoc.asp?nid=20150925113032

Tags:

Commenti

Commenta Università, Parma e Milano con le tasse minime più care.
Utilizza FaceBook.