News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Vacanze più lunghe per gli studenti?

Vacanze estive: dureranno di più? - Non cantante vittoria ragazzi! Stiamo parlando di una proposta, non di una certezza. Confcommercio e Confesercenti Toscana hanno infati chiiesto alla Regione di rinviare l'inizio dell'anno scolastico per favorire il turismo di settembre. "Abbiamo chiesto alla Regione - spiega in una nota Andrea Nardin, direttore di Confcommercio - di posticipare di una settimana-dieci giorni l'inizio delle scuole, così le famiglie che hanno sempre meno disponibilità potrebbero sfruttare i costi contenuti del settembre in un periodo di condizioni climatiche presumibilmente ottime".

Cosa c'entra la scuola con il turismo? - Prima inizia la scuola, prima finisce la stagione balneare, diminuendo anche le entrate degli operatori del settore e dei lavoratori stagionali, che negli ultimi anni sono state messe in crisi dal diminuire dei turisti nella costa Toscana. Il direttore di Confcommercio si mostra attento alla necessità legale di affrontare 200 giorni di scuola, per mantenere i quali: "potrebbe essere recuperato qualche giorno di ferie a Pasqua e Natale: non sono periodi meno importanti, ma tradizionalmente dedicati alle vacanze di corto raggio, per cui qualche giorno in meno non impedirebbe alle famiglie di andare a sciare sulle nostre montagne, di recarsi nelle città d'arte, o di passare un week-end alle terme".

Proposta accolta? Mmm... - Stella Targetti, assessore regionale toscana all'istruzionenon sembra essere disposta ad accogliere le richieste avanzate da Confcommercio e Confesercenti: "Comprendo il problema, capisco le ragioni degli operatori balneari, ma ritengo che le ragioni di una didattica a servizio degli studenti debbano andare avanti a tutto: la richiesta formulata non mi pare accoglibile".

La decisione verrà presa oggi in sede di Commissione Regionale Paritetica: vi faremo sapere!

Commenti

Commenta Vacanze più lunghe per gli studenti? .
Utilizza FaceBook.