News

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Redazione StudentVille.it

Voti più alti alle ragazze e agli studenti benestanti

Ragazze e studenti di "buona famiglia" favoriti a scuola - Notizia triste, ma attesa. Lo studio Ocse basato su test accreditati non fa altro che confermare un problema di cui associazioni studentestesche e genitori si lamentano da anni: "Gli insegnanti favoriscono le ragazze e gli studenti benestanti o provenienti  da ambiti socio-culturali più favorevoli".

Meritocrazia, questa sconosciuta - Una vera e propria forma di discriminazione quindi, che non lascia spazio alla meritocrazia. A parità di studio, infatti, di merito, e di impegno, studenti di sesso maschile, o di famiglie meno abbienti, otterranno un voto sempre inferiore rispetto a quello di una studentessa, o di chi proviene da una famiglia di ceto elevato. Che tristezza!

Parliamo di voti - Dare un voto non è mai una cosa semplice. I professori sono umani (quasi tutti) soggetti quindi all'errore, ma d certo un comportamento discriminatorio più o meno consapevole non è accettabile. "Lo scopo principale dei voti   è quello di promuovere l'apprendimento degli studenti, informandoli dei loro progressi, attirando l'attenzione degli insegnanti sui bisogni educativi dei loro studenti e, infine, attestando il livello di competenza valutata dagli insegnanti e dalle scuole". Ma i docenti sembrano "anche basare le loro valutazioni su altri criteri". Il test Pisa "ha dimostrato che le istituzioni educative e gli insegnanti ricompensano costantemente caratteristiche degli studenti che non hanno relazione con l'apprendimento". Prof che delusione!

Discriminazione, compromette il futuro dei ragazzi - L'Ocse non definisce questo trend "preoccupante" perché può penalizzare gli studenti anche nel loro futuro scolastico e professionale. Sono state individuate due problematiche: "Da una parte, gli studenti  -  spiegano dall'Ocse  -  fondano sovente le loro aspirazioni, in termini di studi e di carriera, sui voti che ottengono a scuola; da un'altra parte, i sistemi educativi utilizzano i voti nella selezione degli studenti per l'accesso ad un indirizzo di studi e, successivamente, per l'accesso all'università"

 

Commenti

Commenta Voti più alti alle ragazze e agli studenti benestanti.
Utilizza FaceBook.