Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Angela Ardizzone

Capitolo 1 Promessi Sposi: riassunto dettagliato e analisi

CAPITOLO 1 PROMESSI SPOSI: RIASSUNTO DETTAGLIATO E ANALISI

Quel ramo del lago di Como...
Con queste celebri parole comincia il capitolo 1 de I Promessi Sposi, il romanzo storico di Alessandro Manzoni a volte odiato e a volte amato da migliaia di studenti. I capitoli dei Promessi Sposi con relativi riassunti e analisi sono parte del programma di Lettere del secondo anno di superiori, dunque, visto che dovrete affrontare lo studio del romanzo per tutto l'anno, occorrerà che iniziate a studiare bene fin dal primo capitolo.
Pronti allora? Cominciamo subito! Qui troverete un bel riassunto dettagliato completo di analisi sul capitolo 1 dei Promessi Sposi: utilizzate tutto il materiale che vi forniremo per studiare meglio e in fretta! 

Leggi anche: Promessi Sposi: riassunto, analisi e temi svolti

capitolo 1 promessi sposi riassunto analisi

RIASSUNTO CAPITOLO 1 PROMESSI SPOSI

Mi raccomando, è importante che leggiate il romanzo: questo vi aiuterà ad approcciarvi meglio al testo e a comprendere meglio alcune dinamiche che altrimenti, con la sola lettura di un riassunto, non potrete comprendere a fondo. Per comodità poi leggete il riassunto che vi proponiamo. Manzoni comincia con il descrivere i luoghi in cui ha ambientato i fatti, che in quel periodo erano sotto la dominazione spagnola.
Il primo personaggio che appare è don Abbondio, il quale, mentre passeggia, viene fermato da due bravi. I due uomini, al servizio di don Rodrigo, gli ordinano di non celebrare un matrimonio, quello tra Renzo Tramaglino e Lucia Mondella. Il sacerdote, sentendo il nome di don Rodrigo, spaventato accetta ciò che gli viene chiesto e torna a casa, dove ha un colloquio con Perpetua, la sua domestica.
Per un riassunto più dettagliato leggi: 

CAPITOLO 1 DE I PROMESSI SPOSI: ANALISI

Il primo capitolo dei Promessi Sposi ci introduce la situazione storico-sociale del romanzo: la storia è ambientata nel Ducato di Milano, nel 1600, durante la dominazione spagnola. La precisa descrizione dei luoghi ci offre una panoramica di tutto il paesaggio, ma ad un certo punto il narratore fa uno "zoom" e si concentra su un personaggio che passeggia: don Abbondio. Il nome è stato scelto in riferimento al patrono di Como, ma soprattutto perché ricorda alcune caratteristiche del carattere del personaggio, amante dell'ozio, abitudinario e pacifico. Il colloquio con i bravi è condotto attraverso un'alternanza di punti di vista, quello del sacerdote terrorizzato, e quello del narratore onnisciente.
Dal dialogo con i bravi comprendiamo meglio la natura di Don Abbondio: timoroso, accetta di non celebrare il matrimonio solo per paura, ma non malvagio. Tornato a casa, don Abbondio racconta tutto a Perpetua, il cui nome ormai viene usato per indicare la governante di un sacerdote. La donna viene presentata attraverso il giudizio di don Abbondio e del narratore, che ne evidenzia pregi e difetti. Il colloquio tra i due è molto vivace, con tutte le caratteristiche di una commedia.
Per un'analisi più dettagliata clicca qui:

I PROMESSI SPOSI DI ALESSANDRO MANZONI: TUTTO PER LO STUDIO

Hai bisogno di riassunti, analisi o descrizione dei personaggi de I Promessi Sposi? Ecco tutto il materiale che ti serve: 

Se hai bisogno di aiuto per i compiti iscriviti al gruppo Facebook SOS Compiti: riassunti e temi

Commenti

Commenta Capitolo 1 Promessi Sposi: riassunto dettagliato e analisi.
Utilizza FaceBook.