Scuola

  • Pubblicato il:
  • Scritto da: Angela Ardizzone

Come capire e studiare Darwin

COME CAPIRE E STUDIARE DARWIN.Comprendere e studiare Charles Darwin (1809-1882) è molto importante, in quanto con la teoria contenuta ne L'origine delle specie è stata rivoluzionata non solo la biologia, ma anche la stessa concezione dell'uomo e della società. Vediamo dunque come studiare le opere di Darwin, in modo da comprendere tutta la sua teoria evoluzionistica. 

Non perderti: Come studiare filosofia

 

DARWIN: TEORIA EVOLUZIONISTICA E PENSIERO. Prima di cominciare, non dobbiamo dimenticare il fatto che la teoria evoluzionistica di Darwin ha provocato non poche polemiche, in particolare negli ambienti anglicani e cattolici, polemiche paragonabili a quelle che fecero seguito alla teoria copernicana. 
 

L'origine delle specie. Per avere conferma della sua ipotesi evoluzionistica, Darwin aveva effettuato un viaggio durato 5 anni, dal 1831 al 1836.  Cosa riguardavano le osservazioni compiute da Darwin? Darwin osservava i caratteri somiglianti e le differenze tra specie di animali e piante presenti in territori lontani tra di loro, tra specie esistenti nel passato e specie attuali. Bisognava capire come le varietà di caratteri che si determinano all'interno della stessa specie siano il frutto di variazioni determinatesi nel singoli individui e si traducano, con il tempo, in nuove specie viventi. Insomma, bisognava capire come alcune specie viventi si formino da altre specie. Le variazioni che portano a nuove specie viventi non sono riconducibili (come sosteneva Lamark) ai mutamenti ambientali, in quanto Darwin aveva constatato che negli stessi luoghi esistevano numerose varietà di una stessa specie.

Secondo Darwin allora l'evoluzione avviene seguendo 3 principi essenziali:

  • la lotta per l'esistenza
  • la selezione naturale
  • la trasmissione ereditaria delle variazioni più favorevoli

Darwin ritiene che uno dei fattori fondamentali delle trasformazioni sia la lotta per l'esistenza. Rielaborando il modello demografico ed economico creato da Malthus ed estendendolo ad ogni specie animale, Darwin sostiene ciò:

poiché i tassi di incremento degli individui di una data specie tendono a superare le risorse disponibili, gli individui stessi sono costretti, per sopravvivere, a contendersi i beni di sussistenza esistenti, quindi a lottare gli uni contro gli altri e contro individui di altre specie, oltre che contro le condizioni fisiche di un determinato ambiente. 

Questa lotta per l'esistenza fa sì che sopravvivano i più adatti, cioè gli individui che hanno più capacità ad adattarsi alle condizioni ambientali e a quelle imposte dalla lotta per la vita. 

Un individuo, secondo Darwin, possiede delle differenze rispetto ai genitori. Le differenze che avvantaggiano alcuni individui rispetto ad altri consentono loro di vivere più a lungo, quindi di riprodursi in modo più esteso. Allora si ha:

  • da un lato la selezione naturale nella quale gli individui più forti prevalgono su quelli più deboli
  • dall'altro, le variazioni più favorevoli che hanno avvantaggiato gli individui più forti tendono ad essere oggetto di trasmissione ereditaria, estendendo alla discendenza quei caratteri più favorevoli fino a trasterirli all'intera specie. Queste possono essere sostituite da altre variazioni favorevoli. 

Darwin riprende l'esempio di Lamark della giraffa, e dimostra che, se il suo collo si fosse allungato gradualmente, si sarebbero dovute trovare delle tracce di tale progressivo allungamento, mentre ciò non è avvenuto. Al contrario, animali simili alle giraffe, ma con il collo più corto, non sarebbero stati condannati all'estinzione se non fossero nati, all'interno della loro specie, "mostri" con il collo lungo, che sono riusciti a prevalere sugli altri perché capaci, grazie alla loro "mostruosità", di mangiare le foglie più alte degli alberi e riuscendo in seguito a generalizzare la loro "mostruosità", vale a dire la loro variazione. La natura dunque ha selezionato gli individui con le caratteristiche adatte all'ambiente, favorendo la trasmissione di quste caratteristiche. 
 

L'origine dell'uomo. In quest'opera Darwin estende la teoria evoluzionistica anche all'uomo. Riconoscendo alla specie umana una superiorità di caratteri rispetto alle altre specie, considera questi caratteri un patrimonio acquisito attraverso l'evoluzione da altre specie inferiori, in particolare dalle scimmie, considerate come gli animali più prossimi agli uomini. Anzi: vi sono più differenze tra le scimmie e gli altri animali che tra le scimmie e gli uomini. Tra l'uomo e la scimmia infatti esistono solo differenze quantitative e di grado, più che qualitative. Dicendo ciò, Darwin smonta la tesi idealistica e spiritualistica della superiorità dell'uomo su tutti gli esseri viventi e dell'irriducibilità dello spirito alla natura. 

Darwin mette in discussione la tesi creazionistica delle religioni, cioè quella della creazione dell'uomo da parte di Dio. Anche se alcuni teologi sostengono che la legge dell'evoluzione potrebbe essere il frutto di una creazione divina, Darwin esclude dalla sua teoria qualsiasi ricorso al soprannaturale e si dichiara agnostico in materia di religione. La sua teoria ha essenzialmente un carattere scientifico, essendo fedele al metodo osservativo-sperimentale. 
 

Come capire e studiare Darwin. Dunque, per comprendere in pieno Darwin bisogna concentrarsi su alcuni punti fondamentali:

  • la lotta per l'esistenza, cioè la lotta tra gli individui per sopravvivere
  • la selezione naturale: la natura fa sopravvivere gli individui con più capacità di adattamento, con "variazioni"
  • trasmissione ereditaria delle variazioni: le variazioni della specie che permettono di sopravvivere vengono trasmesse ai discendenti
  • la teoria evoluzionistica viene estesa anche all'uomo, mettendo in discussione la superiorità dell'essere umano rispetto agli altri animali
     

METODO DI STUDIO: COME STUDIARE. Bene, ora non ti rimane che adottare il metodo di studio giusto per memorizzare velocemente: 

Commenti

Commenta Come capire e studiare Darwin.
Utilizza FaceBook.